Camminare nella natura: ottimo metodo per alleviare lo stress

camminare

Abbiamo detto più volte che camminare fa bene, sia al corpo che allo spirito ma è molto importante anche la location. Il luogo migliore dove concedersi una bella passeggiata? Ma gli spazi verdi, naturalmente…

Passeggiare in campagna o anche in una villa o un parco cittadino può offrire grande sollievo al nostro cervello, offrigli un break utile a rigenerare le sue risorse spesso esaurite a causa dello stress quotidiano dovuto a lavoro, famiglia, ecc.

Probabilmente tanti di voi hanno sperimentato tutto questo su se stessi ma ora la conferma dell'azione benefica di una passeggiata nella natura arriva da alcuni ricercatori

dell'Università Heriot-Watt di Edimburgo che hanno analizzato cosa accadeva nel cervello di 12 adulti sani mentre camminavano per circa 25 minuti in diverse situazioni: ai lati di una strada trafficata, in mezzo al verde e in un centro commerciale.

Per monitorare le variazioni all'interno della mente dei volontari, gli scienziati si sono serviti di apparecchi portatili per l'Elettroencefalogramma (EEG). I risultati? L'attività cerebrale è molto diversa a seconda di dove si passeggia, si soffre di agitazione e frustrazione dove c'è caos e rumore mentre in un ambiente naturale la mente si rilassa e in breve tempo ha la possibilità di rigenerarsi. Non c'è bisogno per forza di camminare si può anche stare comodamente seduti o addirittura sdraiarsi sul prato.

La conclusione è quindi quella che è importante concedersi del tempo per se stessi rilassandosi e passeggiando in campagna o in un parco, il vostro cervello vi ringrazierà!

Leggi anche:

- Camminare a passo veloce: meglio del jogging

- 9 super alimenti per il cervello