Sport estivi: i consigli per evitare rischi cardiovascolari

beach volley

Estate è sinonimo di sole, mare ma anche di movimento, vita all'aria aperta e sport. Eh sì perché sono pochi coloro che non si fanno tentare dagli sport estivi: partite di beach volley, passeggiate in bicicletta sul lungo mare fino ad arrivare allo sci d'acqua ed altre attività fisiche meno consuete. Gli esperti però avvisano di fare attenzione soprattutto se durante il resto dell'anno si è stati molto sedentari.

Infatti fare molto sport in estate se non si è allenati può diventare addirittura pericoloso, in particolare il rischio è dovuto all'eccessivo caldo che incide sul benessere del sistema cardiocircolatorio. Inoltre proprio a causa delle elevate temperature si può incorrere nel rischio di subire un vero e proprio colpo di calore, soprattutto se si pratica attività sportiva nelle ore più calde della giornata, non adeguatamente protetti ed idratati.

Vediamo allora come evitare l'insorgenza di questi problemi. A darci i seguenti consigli utili è Stacey Snelling, dell'American University's School of Education, Teaching and Health come riportato da La Stampa:

1. Fare sport nei momenti più freschi della giornata

Erroneamente si ritiene che il momento migliore sia la sera, in realtà è la mattina presto. Ma se se praticare sport molto presto è infattibile attendete almeno fino alle 17.00.

2. Attenzione al giusto abbigliamento

È importante indossare abiti dai colori chiari in modo tale da riflettere le luce del sole evitando di attirarla, consigliati poi abiti traspiranti e leggeri non di cotone che assorbe il sudore e diviene più pesante a contatto con il corpo.

3. Acclimatarsi

Cioè evitare di buttarsi a capofitto in attività fisiche mai compiute durante il resto dell'anno. Iniziare gradualmente l'allenamento imparando ad ascoltare i limiti del vostro corpo, fermandovi o riposandovi quando più ne ha bisogno.

4. Idratarsi

Questo è un punto di vitale importanza, la disidratazione è particolarmente pericolosa, via libera quindi a tanta acqua sia quando si fa sport ma anche prima e dopo. Snelling consiglia di pesarsi prima di praticare attività fisica e poi subito dopo per reintegrare la giusta quantità d'acqua che, secondo l'esperto, dovrebbe essere calcolata in un 1 litro per ogni chilo perso.

5. Proteggersi dal sole

Esistono prodotti pensati appositamente per chi fa sport al sole, si tratta di creme in grado di resistere al sudore. Per le ragazze è consigliato legare i capelli in alto in modo che il sudore possa facilmente evaporare.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

ARRIVA L'ESTATE: PROTEGGETE LA PELLE IN MANIERA ADEGUATA

- OCCHIO DEL SURFISTA