Attività fisica? Scegliete solo quella che vi piace

immagine

La storia si ripete, sempre uguale a se stessa: al rientro dalle vacanze estive, la ripresa del lavoro è accompagnata da una lungo elenco di impegni, fra i quali, onnipresente c'è "mi iscrivo in palestra".

Sì, non importa se l'anno precedente su 12 mesi di abbonamento ne avete utilizzati solo 4, se ogni giorno c'era il figlio - la casa da pulire - l'aperitivo con gli amici (e ciascuno può allungare questa lista come preferisce) ad impedirvi di andare ad allenarvi: ammettere francamente di non amare proprio l'appuntamento con la cyclette sembra troppo spudorato. E così l'esercizio fisico si trasforma in quella sadica tortura auto imposta, che aggiunge un ulteriore carico di stress a quello già accumulato durante il lavoro, lasciandovi, di sera, non solo stanchi, ma anche insoddisfatti.

Questo perché tutta la giornata si è svolta all'insegna dell'obbligo e i "devi fare", se sono fastidiosi per i bambini, per gli adulti diventano proprio insopportabili. Eppure l'attività sportiva è necessaria per mantenersi in forma e ciascuno deve scegliere quello che più al caso suo. Che fare allora? È più semplice di quanto crediate: abbandonate il peso del dovere e scegliete quelle attività che vi piacciono, vi gratificano e sono, quindi, un vero e proprio toccasana, non solo per il corpo, ma anche per lo spirito, il cui benessere viene sempre relegato in secondo piano.

Se amate la montagna potete organizzarvi con gli amici per una bella escursione attraverso i sentieri rocciosi: c'è la fatica fisica, ma la compagnia del gruppo, il contatto con l'aria pura e fredda, la tensione verso il traguardo dove fermarsi per saziare gli occhi e l'anima con la vista del panorama, rendono lo sforzo piacevole. Le alternative possono essere tante: una gita in mountain bike, una corsa in riva al mare, per i fortunati che hanno la possibilità di raggiungerlo facilmente, oppure, più semplicemente, in qualche zona di campagna o di città, arricchita dalla presenza del verde. La passione è un motore eccezionale, l'unico in grado di vincere anche la pigrizia più radicata: davanti al dovere imposto, anche se è per il benessere e la salute, le scuse per sottrarsi possono essere tante, ma è difficile resistere alla forza trainante di una passione. Perciò, se amate giocare a pallavolo, a basket, fare footing o free climbing, o più semplicemente passeggiare all'aria aperta, in una bella giornata di sole, per tonificare i muscoli e rasserenare lo spirito…fatelo!

È giusto praticare uno sport, ma visto che deve essere un'attività salutare, cercate di unire il dovere al piacere, scegliendo ciò che vi piace: il benessere sarà raddoppiato!

Francesca Di Giorgio