Ortoterapia: come curarsi con il giardinaggio

ortoterapia 1

Con l’arrivo della bella stagione cresce la voglia di stare all’aria aperta e a contatto con la natura: in questo periodo si può approfittare del sole avvicinarsi all’ortoterapia, una disciplina che apporta benefici sia fisici sia psicologici. Vediamo meglio cos’è l’ortoterapia e come è possibile curarsi con il giardinaggio.

Cos’è l’ortoterapia e quali benefici ha

L'ortoterapia è una disciplina fondata su principi che interessano la psicoterapia e che apporta benefici fisici e psicologici.

Curare un orto e un giardino è indubbiamente un’attività gratificante capace di migliorare il benessere psicofisico della persona: non si tratta solo di un hobby, ma di una vera e propria tecnica utilizzata anche per la riabilitazione fisica, comportamentale e psichica.

L’ortoterapia è una disciplina che viene utilizzata infatti anche per la riabilitazione di adulti o bambini disabili o con problematiche comportamentali e cognitive e per altri soggetti deboli o in stato di sofferenza. Non è raro trovare oggi programmi che includono la cura di un orto negli ospedali o nelle strutture in cui vengono ospitati anziani. Ovviamente la cura di uno spazio verde apporta numerosi benefici anche in soggetti sani.

Tra i vantaggi dell’ortoterapia rientra sicuramente l’attività fisica svolta all’aria aperta durante la cura e la manutenzione di un orto, di un giardino o di un terrazzo. Occuparsi di piante e fiori può richiedere infatti sforzi fisici anche importanti e l’attività fisica costante è alla base della nostra salute. Il movimento fisico regolare consente di diminuire la pressione sanguigna, ossigenare i tessuti dell’organismo, controllare il peso corporeo, migliorare la funzionalità di muscoli, ossa e articolazioni: tutto ciò si traduce in una qualità della vita migliore e di una minore suscettibilità a malattie connesse alla vita sedentaria e all’avanzare dell’età.

Inoltre il contatto con la natura allevia lo stress che deriva dalle attività quotidiane, migliorando l’umore e gli stati depressivi lievi.

Occuparsi di un orto o di un giardino sembra avere sulla nostra mente lo stesso effetto che ha la meditazione: allontana i pensieri negativi e ci aiuta a rimanere focalizzati sul momento presente, migliorando il tono dell’umore e la capacità di concentrazione.

Progettare uno spazio verde, decidere come organizzare l’area a disposizione, cosa piantare e come organizzare l'impianto di irrigazione per le piante, equivale ad avere un obiettivo: sentirsi utili e avere uno scopo aiuta a migliorare l’autostima e l’umore.

Se l’attività di giardinaggio viene svolta con altre persone, l’ortoterapia si rivela utile anche per migliorare l’interazione con il prossimo, stimolando la relazione e la cooperazione con gli altri.

Come curarsi con l’ortoterapia

L’ortoterapia è utile per migliorare la qualità della vita in soggetti problematici e in persone sane. Per migliorare lo stato psicofisico attraverso la cura di un orto o di un giardino è sufficiente disporre di uno spazio verde, anche limitato: un piccolo appezzamento di terra, un terrazzo o un balcone bastano per iniziare a progettare il proprio orto.

Se non si dispone di uno spazio esterno adatto allo scopo, è possibile rivolgersi al proprio comune di residenza per avere un piccolo orto da curare.

Una volta identificato lo spazio, se si hanno già conoscenze nella cura del verde si può iniziare a progettare il proprio orto da soli, con gli amici. Se non si ha esperienza, si può chiedere l’aiuto di un giardiniere che saprà consigliare come organizzare al meglio l’area a disposizione e quali specie sono più adatte al clima e all’esposizione dello spazio.

Per godere dei benefici dell’ortoterapia sarà poi sufficiente dedicare una o due ore al giorno alla cura dell’orto: occupandosi con costanza del proprio spazio verde, i benefici non tarderanno ad arrivare.

Grazie all’ortoterapia si noteranno quasi subito un miglioramento dell’umore, una maggiore capacità di concentrazione e di rilassamento e una minore tendenza a formulare pensieri negativi. Con il tempo, i benefici saranno evidenti anche sul corpo grazie a una minore pressione sanguigna, al miglioramento del tono muscolare e alla diminuzione di dolori articolari come il mal di schiena.