Yoga: posizione Paschimottanasana

Posizione dello stiramento posteriore

Paschima significa sia "posteriore" che "occidentale", uttana "intenso stiramento".

La posizione è la versione seduta di uttanasana e viene anche messa in relazione con Shiva nella sua manifestazione di Ugra, il potente o il terribile, anacoreta dedito a rigide pratiche yoga. Rappresenta ciò che detiene la potente forza della natura e che può dirigerla tanto a scopo benefico quanto malefico.

Esecuzione

Seduti a terra, gambe distese in avanti ed unite. Inspirando, allunghiamo le braccia verso l’alto, espiando ci pieghiamo in avanti partendo dalla base della colonna vertebrale, cercando di far ruotare il bacino. L’attenzione deve essere ricolta alla colonna vertebrale che si allunga in avanti piuttosto che curvarsi. Le mani vanno ad afferrare i piedi o le caviglie e i gomiti si rilassano verso terra. Nella posizione completa, il viso arriva a toccare le gambe, possibilmente oltre le ginocchia.

Benefici

Consigliata alle persone con scarsa volontà e determinazione. Massaggia l’apparato genitale mantenendolo sano, tonifica gli organi addominali e i reni, il sistema nervoso e la colonna vertebrale. Facilita la diuresi e toglie il mal di testa. Aumenta la potenza sessuale e la fecondità ma, mentre le donne devono mantenere la posizione a lungo, gli uomini non più di cinque minuti. Controindicato in caso di ernie discali, nel periodo mestruale aumenta notevolmente il flusso, mentre in menopausa può aumentare eccessivamente il calore.
Il chakra attivato è manipura, mentre nelle posizione completa vengono stimolati anche tutti gli altri.

Giordano Novielli