Lavatrice: come pulirla correttamente con i rimedi naturali

La lavatrice è uno degli elettrodomestici maggiormente usati, soprattutto nel caso di famiglie numerose. Per avere un bucato igienizzato e profumato è necessario svolgere una pulizia regolare, che – abbinata a periodici interventi di manutenzione – ci assicurerà un corretto funzionamento di questo prezioso elettrodomestico.

Nella lavatrice si possono accumulare residui di sporco, sapone e calcare e non è raro che si formino muffe. Per evitare che il lavaggio dei panni venga compromesso è importante sapere come pulirla correttamente. Per farlo in maniera semplice e con risultati efficaci, potete ricorrere a prodotti low cost che sicuramente avete in casa, ad esempio alcuni ingredienti naturali come il bicarbonato e l’aceto di mele. 

Naturalmente, per una pulizia accurata bisogna distinguere le diverse parti della lavatrice. Vediamo, quindi, come igienizzare l’oblò, il filtro, il cestello e la guarnizione e come comportarsi nel caso di una lavatrice con carico dall’alto.

Come pulire la parte esterna e l’oblò 

Pulire lo sportello della lavatrice è molto semplice. Si può utilizzare un po’ di acqua tiepida e sapone di Marsiglia per poi risciacquare e asciugare con un panno di cotone o in microfibra. Per la pulizia dell’oblò in vetro vanno benissimo i prodotti che di solito si utilizzano per pulire vetri e specchi nella nostra casa.

Un’altra soluzione efficace per una pulizia più profonda dell’esterno della lavatrice è data dall’uso della seguente miscela:

  1. 100 ml di aceto bianco
  2. 500 ml di acqua
  3. 4 gocce di olio essenziale di limone
  4. 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia
  5. 1 cucchiaio di bicarbonato

Sarebbe meglio versare questo composto in un flacone spray per poi vaporizzare sull’oblò e sulle pareti della lavatrice. Per asciugare potete usare un panno o spugna non abrasiva.

Come pulire il filtro della lavatrice

Un alleato validissimo per pulire il filtro della lavatrice è l’acido citrico, che aiuta a sciogliere il calcare e rimuovere i residui. Sarebbe bene controllare di tanto in tanto il filtro. Se si presenta incrostato, mettetelo in ammollo in una soluzione preparata con 150 ml di acido citrico e 850 ml di acqua. Nel caso in cui il filtro fosse troppo incrostato, aggiungete altri 50 ml di acido citrico. Tenete in ammollo fino a quando il calcare si sarà sciolto completamente.

Come pulire la guarnizione della lavatrice

La guarnizione è una parte abbastanza delicata della lavatrice. Al suo interno si può accumulare sporcizia, muffe e acqua ristagnata che emana cattivo odore. Quindi, è importante non trascurare la sua pulizia. La guarnizione può essere igienizzata con aceto, limone e bicarbonato di sodio, che vanno mischiati e passati sulla parte in gomma. Questo miscuglio deve aderire alla gomma per ottenere una pulizia accurata. In alternativa si può usare il detersivo per i panni sciolto in acqua calda e poi passato con una spugna sulla gomma. Anche l’acqua con l’aceto è una valida alleata, da sfregare con uno spazzolino da denti sulla guarnizione.

Come pulire il cestello della lavatrice

Per mantenere il cestello pulito è fondamentale effettuare una volta al mese un lavaggio a vuoto, mettendo nella vaschetta un bicchiere di aceto di mele o di vino bianco a temperatura alta, in modo da disinfettare la vostra lavatrice ed eliminare i batteri presenti.

Versate un poco di aceto anche dentro il cestello aggiungendo un po’ di bicarbonato per prevenire cattivi odori. Inoltre, con cadenza trimestrale si può optare per un lavaggio con il programma per i capi in cotone e il cassetto aperto. Quando quest’ultimo si sarà riempito di acqua, versate un litro di candeggina o di aceto bianco. Dopodiché, riavviate il ciclo e poi fermatelo. Lasciate che la candeggina o l’aceto facciano effetto e poi completate il lavaggio a vuoto.

Se desiderate che il vostro cestello sia sempre profumato, quando lavate i vestiti potete aggiungervi dentro dell’aceto di mele con qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o limone. Questa miscela previene la formazione del calcare e rende anche i capi molto morbidi.

Come pulire una lavatrice con carica dall’alto 

Se avete una lavatrice che si carica dall’alto potete optare per la candeggina. Avviate un lavaggio a vuoto ad alta temperatura e interrompetelo non appena l’acqua riempie il cestello. Quando si sarà riempito, versate dentro 1 litro di candeggina e poi riavviate il programma per fare in modo che l’acqua calda si mescoli alla candeggina. Lasciate agire e disinfettare per circa un’ora e poi azionate nuovamente la lavatrice. Terminato il lavaggio, riempite il cestello con acqua bollente e un litro di aceto di mele e ripetete un’altra volta l’operazione iniziale. L’aceto servirà a coprire l’odore forte della candeggina.

Un altro ingrediente utile per pulire il cestello della vostra lavatrice a carica dall’alto è il sale grosso. Basta inserirne un chilo per far partire il lavaggio a vuoto a bassa temperatura.

Fonte: Non Sprecare/GreenMe

Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.