Instagram, sono già passati 10 anni dal lancio ufficiale!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Instagram, uno dei social network più importanti e utilizzati del mondo, ha già compiuto 10 anni di vita. Si tratta di un compleanno piuttosto importante, che il social ha scelto di celebrare attraverso l’annuncio di tante novità, alcune delle quali già disponibili (mentre altre saranno rese disponibili solamente nelle prossime settimane).

Per esempio, stando a quanto reso noto, è già possibile cambiare l’icona del social network: non si tratta certamente di una novità strutturale particolarmente importante, ma è pur sempre un piccolo e gradito modo per poter personalizzare il proprio rapporto con il social network, rendendolo ancora più unico.

Per poterne approfittare sarà sufficiente recarsi nel menù delle impostazioni (ovviamente, assicurandosi che la versione di Instagram sul proprio social network sia l’ultima disponibile) e poi eseguire lo scroll verso l’alto, abilitando così il cambio. Sarà dunque possibile scegliere tra una serie di icone commemorative e speciali, andando così a rendere più gradevole la presenza del simbolo di Instagram sul proprio smartphone.

Tra le altre novità annunciate troviamo poi la presenza dell’icona Reels direttamente sulla schermata principale dell’app, e ancora la mappa fotografica rimossa nel 2016, che fa il suo ritorno con nuove funzionalità: diventerà infatti l’archivio delle storie di Instagram e monitorerà e terrà traccia delle informazioni relative a un periodo di tempo piuttosto esteso, pari a tre anni. La mappa potrà o meno essere resa visibile ai propri follower.

C’è poi una gradita novità sul fronte di un utilizzo più consapevole dell’app. Come noto, Instagram non permette di utilizzare la propria piattaforma per poter veicolare messaggi di odio, insulti e altri contenuti che potrebbero risultare offensivi. Ora, però, sfruttare i propri algoritmi di intelligenza artificiale per poter intercettare quando un contenuto che si sta scrivendo potrebbe risultare nocivo per la sensibilità altrui, invitando così l’utente a rivederlo. Apparirà dunque un pop up che potrà ben essere chiuso, ma che – nella speranza degli sviluppatori (e nostra) potrebbe anche fungere da barriera psicologica nei confronti dei malintenzionati.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.