gene pubertà

Enzima Telomerasi: riattivarla è il segreto per ringiovanire

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Telomerasi. È il nome dell’enzima in grado di riparare i telomeri, ossia le estremità dei cromosomi. E riportarci a nuova vita. Sì, insomma, dire stop e tornare indietro, resettare, farci ringiovanire.

È quanto hanno scoperto alcuni studiosi del Dana-Farber Cancer Institute e dell’Harvard Medical School di Boston, negli States, guidati da Ronald DePinho. La logica è questa: mantenendo intatto il dna, l’organismo non degenera. E i ricercatori americani se ne sono accorti creando in laboratorio dei topolini con un difetto nel gene della telomerasi, con atrofia di organi e tessuti difficoltà di guarigione di ferite e perdita di cellule staminali. Hanno poi riattivato la stessa telomerasi e hanno verificato che il naturale processo di deterioramento si arrestava.

Racconta DePinho: “Riaccendendo la telomerasi in questi topi, le cellule staminali si sono risvegliate, i loro organi sono ringiovaniti, il cervello è cresciuto, sono tornati fertili e molto altro. Sebbene per ora questi risultati non ci dicano che anche il naturale processo di invecchiamento può essere rimandato indietro in questo modo, e la risposta a questa domanda sarà oggetto di futuri studi, questo lavoro ci suggerisce che, se rimuoviamo la causa dell’invecchiamento, i tessuti invecchiati possono ringiovanire“.

Si evidenzia così un ruolo importante dei telomeri nell’invecchiamento precoce – causato, per esempio, da malattie come l’Ataxia Telangiectasia – per cui, di conseguenza, si è ben pensato a eventuali interventi di tipo farmacologico proprio per “riaccendere” la telomerasi in tessuti in cui funziona poco o non funziona per niente. Da questo punto di vista, gli scienziati vanno cauti.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.