Stress lavorativo e sociale, ecco gli effetti sulla salute delle donne

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo stress psicosociale che è tipicamente derivante dalla difficoltà di far fronte ad ambienti difficili, può porre le donne in una condizione di maggiore rischio di sviluppo di una malattia coronarica. Ad affermarlo è un recente studio condotto dagli studiosi della Dornsife School of Public Health della Drexel University, pubblicato sul Journal of the American Heart Association.

Lo studio suggerisce specificamente in particolare come gli effetti dello stress lavorativo e dello stress sociale sulle donne sia un mix notevolmente incisivo. Cumulati, infatti, questi due tipi di stress sono associati a un rischio più alto del 21% di sviluppare una malattia coronarica.

Lo studio ha anche scoperto che gli eventi di vita ad alto stress, come la morte di un coniuge, il divorzio/separazione o l’abuso fisico o verbale, così come lo stress sociale, sono stati ciascuno indipendentemente collegati con un 12% e 9% più alto rischio di malattia coronarica.

Lo studio Drexel ha quindi utilizzato i dati di un campione rappresentativo a livello nazionale di 80.825 donne in postmenopausa dal Women’s Health Initiative Observational Study, che ha seguito i partecipanti dal 1991 al 2015, per trovare metodi migliori per prevenire il cancro, malattie cardiache e osteoporosi nelle donne.

Nello studio di follow-up, i ricercatori hanno quindi valutato l’effetto dello stress psicosociale da stress lavorativo, eventi di vita stressanti e stress sociale (attraverso un sondaggio), e le associazioni tra queste forme di stress, sulla malattia coronarica.

Ebbene, quasi il 5% delle donne ha sviluppato una malattia coronarica durante lo studio di 14 anni e sette mesi. Aggiustando per l’età, il tempo al lavoro e le caratteristiche socioeconomiche, gli eventi di vita ad alto stress sono stati associati con un aumento del 12% del rischio di malattia coronarica, e un alto stress sociale è stato associato con un aumento del 9% del rischio di malattia coronarica. Lo stress lavorativo non era indipendentemente associato alla malattia coronarica.

La pandemia di COVID-19 ha evidenziato lo stress in corso per le donne nel bilanciare il lavoro retribuito e i fattori di stress sociale. Sappiamo da altri studi che lo stress da lavoro può giocare un ruolo nello sviluppo di CHD, ma ora possiamo meglio individuare l’impatto combinato dello stress sul lavoro e a casa su questi esiti di cattiva salute“, ha dichiarato l’autrice l’autore senior Yvonne Michael, ScD, SM, docente associato nella Dornsife School of Public Health. “La mia speranza è che questi risultati sono una richiesta di migliori metodi di monitoraggio dello stress sul posto di lavoro e ci ricordano il doppio carico che le donne che lavorano affrontano come risultato del loro lavoro non retribuito come caregiver a casa”.

Gli autori dello studio dicono che gli studi futuri dovrebbero esaminare gli effetti del lavoro a turni sulla malattia coronarica ed esplorare gli effetti delle richieste di lavoro secondo il genere.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.