immagine

TLR3: scoperto il gene immune all’HIV

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scoperto nei laboratori di ricerca dell’Università di Milano un gene, denominato TRL3, che renderebbe immuni al virus dell’HIV. Lo studio è stato condotto da Mara Biasin (Immunologa del Dipartimento di Scienze Cliniche Luigi Sacco dell’ Università di Milano) e da Manuela Sironi (Istituto Scientifico IRCCS E. Medea), e coordinato da Mario Clerici (Università di Milano e Fondazione Don Gnocchi).

Le ricerche sono nate per capire come mai molti soggetti, nonostante le ripetute esposizioni al virus, non si infettavano. Per anni sono stata analizzate e monitorate le condizioni ambientali dell’esposizione, i fattori genetici e immunologici dei pazienti e le diverse varianti del virus. Questi pazienti, definiti soggetti Hesn (Hiv-esposti sieronegativi), dopo l’esposizione non presentavano i segni clinici della malattia. Dunque viene ancora confermato che l’esposizione al virus non si concretizza necessariamente in un’infezione.

Ma allora da cosa dipende? A fare la differenza sarebbe la presenza, nel loro DNA, di particolari varianti del gene per il recettore Toll-Like receptor 3 (Tlr3).

‘I dati indicano che la variante di TLR3 che si concentra negli esposti sieronegativi permette l’ attivazione di una risposta immune anti HIV molto più precoce e potente, che potrebbe essere in grado di impedire la replicazione del virus e dunque l’infezione”, spiegano i ricercatori e concludono “Questa importante scoperta suggerisce un potenziale uso del TLR3 nella messa a punto di una immunoterapia contro il virus”.

Che sia questo solo l’inizio? Noi lo speriamo e vi auguriamo buon lavoro!

Silvia Bellucci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.