trapianto di fegato negli USA

Negli USA creato per la prima volta un fegato umano in provetta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Realizzato il primo fegato umano in provetta all’Istituto di medicina rigenerativa del Baptist Medical Center della Wake Forest University di Winston Salem, nel North Carolina, Usa.

Si tratta di un organo dalle dimensioni ridotte (non potrà per questo essere impiantato su nessun paziente), ma dalle funzioni di un fegato vero e proprio, creato a partire da staminali adulte epatiche e cellule endoteliali che costituiscono i vasi sanguigni.

Il fegato, cresciuto in una specie di incubatrice, è il passo fondamentale verso un futuro di trapianti su pazienti con insufficienza epatica e un importante modello per la realizzazione di nuovi farmaci.

Shay Soker, coordinatore della ricerca, dichiara: “siamo entusiasti delle possibilità che questa ricerca rappresenta, ma sottolineo che siamo in una fase iniziale e ci sono molti ostacoli tecnici da superare prima che i pazienti possano beneficiarne. Non dobbiamo solo imparare come far crescere miliardi di cellule epatiche in una sola volta, al fine di creare fegati abbastanza grandi per i pazienti, ma dobbiamo valutare se questi organi sono sicuri per i pazienti stessi“.

I ricercatori presenteranno i risultati all’American Association for the Study of Liver Diseases di Boston.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Facebook