Psoriasi: un tessuto antiaderente potrà servire come terapia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Uno dei grandi problemi per chi soffre di malattie della pelle è la ricerca di indumenti che si possano indossare senza peggiorare la situazione e provocare ulteriori infiammazioni.

Per i malati di psoriasi, ad esempio, anche i più normali tessuti come cotone, lana o seta producono attrito con la pelle, causando spesso l’aggravarsi della patologia. Da una delle città in cui il tessile regna sovrano, Prato, arriva però un’interessante novità che potrebbe cambiare davvero la vita a chi soffre di questa patologia: si tratta di un nuovo tessuto ad alta tecnologia che viene presentato oggi in occasione del XXVI congresso nazionale della società scientifica Sidco (Società Italiana di Dermatologia Chirurgica ed Oncologica).

Il magico tessuto, non solo non comporta spiacevoli effetti per chi lo indossa ma, sperimentato nel corso di alcuni trial clinici su pazienti affetti da psoriasi, ha dimostrato di generare benefici fisici e psicologici. La nuova tessuto-terapia si chiama Tepso (Terapia per psoriasi) e il suo creatore è Giovanni Lo Scocco, primario del reparto di dermatologia dell’ospedale di Prato. Si tratta di una speciale fibra che, chimicamente, è molto simile al fondo delle padelle antiaderenti che tutti noi abbiamo in cucina: è impermeabile, traspirante, antibatterica, liscissima e fresca. Una delle caratteristiche principali è quella di non assorbire gli unguenti e le creme, consentendo alla pelle di respirare al meglio.

È già disponibile una linea di abbigliamento uomo/donna che comprende magliette, calze, pigiami ecc., ed è realizzata dal gruppo pratese Lenzi: Grazie al nuovo tessuto – spiega il professor Lo Scocco – tutti i pazienti fin qui coinvolti hanno segnalato un sensibile sollievo della pelle malata e un evidente miglioramento della qualità della vita, con una generale sensazione di benessere e influssi positivi anche sulla vita di relazione’“.

Una vera rivoluzione per i malati di psoriasi, che in Italia colpisce 3 milioni di persone, ma anche per coloro che sono affetti da tipi particolari di dermatiti e per i quali la scelta dell’abbigliamento può spesso essere un problema.

Leggi il nostro speciale sulla psoriasi.

Eleonora Cresci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin