Cuore: senza vitamina D le arterie sono a rischio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se manca la vitamina D le arterie rischiano di perdere elasticità, con conseguente pericolo per l’uomo di incorrere in malattie cardiovascolari.

È quanto emerge da uno studio presentato al meeting dell’American College of Cardiology e condotto dai ricercatori della Emory University.

Gli studiosi hanno verificato il tasso di vitamina D nel sangue di 554 persone sane intorno ai 47 anni di età: nel 14% dei casi la vitamina D era sotto i 20 nanogrammi per millilitro, mentre nel 33% sotto i 30. A tutti è stata misurata l’elasticità delle arterie comprimendo il braccio e misurando la velocità di rilassamento dei vasi sanguigni ed è emerso che le persone con livelli bassi di vitamina D avevano le arterie più indurite e che si “ammorbidivano” solo dopo la somministrazione per 6 mesi di alcuni supplementi.

Spiegano gli autori: “Non sappiamo bene il meccanismo che lega la vitamina D alle arterie. Potrebbero essere coinvolte le cellule endoteliali dei muscoli intorno ai vasi, o l’ormone angiotensina che regola l’apertura e la chiusura delle arterie. Il risultato però ci dice che la salute del cuore passa per un sufficiente tasso di vitamina D nel sangue”.

Leggi tutto sulla vitamina D.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.