Il Ministero della Salute attiva un numero verde per offrire supporto psicologico durante il lockdown

L’isolamento sociale imposto dal dilagare del coronavirus sta mostrando i suoi effetti negativi, soprattutto a livello psicologico. Nelle ultime settimane molte persone hanno ammesso di sentirsi più stressate e impaurite e sono in aumento i casi di attacchi d’ansia, depressione e altri disturbi psichici. Per far fronte a quest’altra emergenza, scaturita da quella sanitaria, il Ministero della Salute – in collaborazione con la Protezione Civile e TIM – ha attivato recentemente un numero verde gratuito per offrire supporto psicologico.

Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 8.00 alle 24.00. Chiamando l’ 800.833.833 (o il 02.20228733 dall’estero) sarà possibile rivolgersi al personale specializzato per parlare dei propri problemi e disagi. Dall’altro capo del telefono ci saranno psicologi e psicoterapeuti disponibili all’ascolto e a offrire la loro consulenza. Inoltre, sono previste anche modalità di accesso per i non udenti.

“È una risposta strutturata ed importante messa in atto accanto a tutti gli sforzi della sanità italiana per fronteggiare al meglio la sfida del Coronavirus. In questo momento è fondamentale essere vicini alle persone che hanno bisogno di un sostegno emotivo, dare ascolto alle loro fragilità, affrontare insieme le paure”.

Spiega il ministro della Salute Roberto Speranza.

Invece, il secondo (più approfondito) vede l’inoltro di alcune richieste di aiuto ai servizi sanitari e sociosanitari del Servizio Sanitario Nazionale e ad associazioni che operano in ambito psicologico. Questo secondo livello si differenzierà anche in base ai casi – bambini, pazienti oncologici ecc. – e vedrà la partecipazione di oltre 1.500 psicoterapeuti volontari che fanno parte di società scientifiche iscritte nell’elenco del Ministero e della Consulta del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi.

In questo clima di angoscia e paura, il servizio attivato dal Ministero della Salute può rivelarsi un’ancora di salvezza per tante persone che, oltre a fare i conti con la pandemia, si ritrovano a convivere con attacchi di panico e disagi di varia natura.

Fonte: Ministero della Salute 

Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.