Primavera: 9 mosse contro i malesseri di stagione

immagine

È primavera! Svegliatevi bambini… cantava un vecchio adagio.

Se qualcuno se n'è accorto già da un pezzo a suon di starnuti e a qualcun altro è già venuta una voglia irrefrenabile di - nell'ordine - fare il cambio di stagione, indossare niente di meno che gli infradito (giuro, l'ho visto coi miei occhi, ndr) e portare a zonzo con maggior lena cani e pupi fino al calar del sole, bisogna ammettere che non per tutti è così.

Sempre più persone, infatti, soffrono del famoso "mal di primavera", un malessere che comporta stress, stanchezza cronica, demotivazione, aggressività, difficoltà di concentrazione e irritabilità. Un fenomeno che non risparmia nessuno, ma gli obesi, i bambini e i fumatori sono quelli a maggior rischio. Le cause? Probabilmente vanno ricercate negli stili di vita sbagliati.

La primavera, insomma, sembra essere il periodo a maggior rischio per la salute, sia dal punto di vista fisico che psicologico.

Ecco i consigli per godersi al meglio il "rifiorire della natura":

1. Date al vostro organismo tutta l'attenzione che merita: non trascurate eventuali indizi di malessere, come cattivo umore, spossatezza e disturbi alimentari, che potrebbero annunciare l'arrivo di una depressione che potrebbe perdurare a lungo.

2. Alternate al lavoro momenti di pausa. Ogni 2 ore di attività interrompete il lavoro e riposatevi per almeno una mezz'ora.

3. Vestitevi "a strati" per fronteggiare gli sbalzi di temperatura. Scegliete degli abiti adatti "a tutte le situazioni", meglio vestirsi "a cipolla" per non risentire di improvvisi cali o innalzamenti della temperatura.

4. Bevete molta acqua: una corretta idratazione aiuta l'organismo a eliminare le tossine accumulate durante l'inverno.

5. Seguite un'alimentazione equilibrata. Non saltate i pasti, né concentrate tutto l'apporto calorico in un unico pasto, il che aumenterebbe la sensazione di spossatezza. Meglio pasti leggeri ma frequenti, ricchi di proteine e vitamine e, per dolcificare, scegliete il fruttosio, perché naturale, digeribile ed energetico.

6. Dolce dormire. Nonostante l'llungarsi delle giornate, non affatichiamo l'organismo con troppe ore di attività e poche di sonno. Dopo essere stato debilitato durante l'inverno, il corpo ha bisogno del giusto riposo.

7. Fate attività fisica ma senza eccedere: non bisogna chiedere troppo al proprio corpo, basta anche una semplice passeggiata o un po' di stretching per liberare la mente e scaricare la tensione. L'optimum è un'attività giornaliera di venti minuti, preferibilmente all'aria aperta.

8. Dedicate più tempo a voi stessi. Scegliete un momento della giornata da dedicare alla vostra cura o ad una vostra passione per combattere stress e irritabilità.

9. Prepararsi per tempo alla "prova costume". Iniziate a rimettervi in forma dopo l'inverno gradualmente, per evitare di ricorrere a diete radicali, pericolose per la salute e per il benessere dell'organismo.