attività ricreative benefici

Attività ricreative per i più piccoli, ecco quali sono i benefici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I bambini cominciano sempre più presto ad essere impegnati nelle varie attività di studio e per il tempo libero, per questo motivo sport, musica e attività extra scolastiche vanno a riempire le giornate dei più piccoli fin dagli anni dell’asilo.

In realtà, però, anche se queste attività sono di gran lunga più proficue rispetto al tempo che viene impiegato guardando la TV e giocando ai videogame, è bene stimolare i più piccoli a fare qualcosa che possa dar sfogo al loro estro e alla loro creatività. É importante alternare occasioni in cui i bambini possano creare qualcosa con le loro mani in autonomia, con dei momenti da condividere insieme.

Imparare a creare qualcosa con le proprie mani

Far fare ai bambini dei lavoretti con le proprie mani è un’ottima idea per stimolare la creatività e la fantasia, oltre che per migliorare la loro capacità manuale. I più piccoli, ad esempio, possono sperimentare la manualità utilizzando delle paste a base di sostanze naturali, morbide e colorate, mentre i più grandi, già a partire dai 4 – 5 anni di età possono utilizzare la pasta modellabile Das.

La componente acquosa del Das rende questa pasta facilmente malleabile, velocemente lavorabile con buoni risultati anche senza avere esperienze o competenze in merito. Il Das si asciuga rapidamente all’aria e può essere colorato e decorato.

Con questa pasta modellabile si possono realizzare delle collane, dei ciondoli e dei bracciali, un’attività gradita soprattutto dalle bambine, oppure degli oggetti per la casa, come ciotole e vasi.

Caviardage per stimolare la creatività e il pensiero

Il caviardage è un processo creativo molto interessante da proporre ai bambini. Questo termine, che deriva da “caviar” (caviale), risale ad un’antica tecnica che consisteva nell’annerire con la penna le parole di una poesia o di un articolo considerate “scomode” per motivi di censura.

Si tratta di un lavoro da fare insieme o da far fare in autonomia ai bambini che sanno già leggere: infatti, per il caviardage bisognerà scegliere un testo, come una fiaba, una filastrocca o una poesia e annerire le parti che non servono, mentre dovranno essere evidenziate solo le frasi o i termini che aiutano a costruire un certo senso.

Quest’attività stimola la creatività e il pensiero, lascia i bambini liberi di sperimentare e di ricostruire il senso di un testo ed è anche molto rilassante. Inoltre, poiché il caviardage prevede anche l’utilizzo di cartoncini, disegni, pittura e altro per cancellare alcuni termini, si potrà creare una cartolina tattile e, quindi, sviluppare anche questo senso che, secondo i pedagogisti, è fondamentale per un bambino.

Creare oggetti con i tappi di sughero

I tappi di sughero sono piccoli oggetti naturali che possono essere utilizzati dai bambini per fare dei lavoretti. Si tratta di un materiale che viene impiegato fin dall’antichità e che offre anche lo spunto per parlare ai più piccoli degli alberi, di come viene ricavato il legno, mentre ai più grandi si può spiegare come il sughero sia stato utilizzato nel passato fino ai tempi più recenti per le attività di pesca, per la conservazione degli alimenti e nell’artigianato.

I tappi di sughero possono essere incisi su uno dei due lati per creare dei timbri, possono essere incollati insieme e decorati per creare dei pupazzi di neve o dei personaggi dei cartoni, o ancora per realizzare macchine e barche secondo la propria fantasia.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.
Seguici su Facebook