Allattare al seno allontana il rischio delle mamme di ammalarsi

neonati odore mamma latte

I benefici dell'allattamento per il neonato sono ormai ampiamente conosciuti e ne abbiamo parlato più volte. Se volete approfondire l'argomento potete leggere i 10 buoni motivi per allattare al seno. Poco si parla invece di quanto questa pratica naturale sia benefica anche per le mamme.

Ora un nuovo studio, opera dell'Harvard Medical School in collaborazione con l'Università di Pittsburgh, ha evidenziato come le mamme attraverso l'allattamento riescano a proteggersi da diverse malattie tra cui tumore al seno, ipertensione e infarto.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Obstetrics and Gynecology, è stata condotta utilizzando modelli matematici con i quali si è andati ad analizzare le ricerche precedenti riguardarti l'allattamento, valutando gli effetti sulle mamme rispetto a 5 malattie: tumore al seno, alle ovaie (in premenopausa), diabete 2, infarto e ipertensione.

I risultati sono stati commentati dagli stessi autori come ha riportato Repubblica.it "Secondo le nostre simulazioni se il 90% delle mamme allattasse al seno per un anno dopo ogni nascita, si avrebbero negli Usa 53mila casi in meno l'anno di ipertensione, quasi 14mila attacchi cardiaci e 5mila tumori al seno in meno. Questo equivale a un risparmio di 869 milioni di dollari di costi diretti per la sanità e 14 miliardi di dollari in costi indiretti per la società".

Questo però si scontra, almeno in parte, con le indicazioni fornite dall'Organizzazione mondiale della sanità, che consiglia invece solo 6 mesi di allattamento al seno per poi iniziare uno svezzamento da compiere in maniera graduale.

Leggi anche:

- ALLATTAMENTO AL SENO: MINI-GUIDA AI RIMEDI NATURALI PER AVERE PIÙ LATTE

- NEONATI: RISCHIO OBESITÀ PER I BAMBINI NON ALLATTATI AL SENO