Fertilità maschile: un aiuto dalle alghe

fertilita maschile alghe

Le coppie che vorrebbero concepire un bambino, ma che si trovano in difficoltà, potrebbero dover affrontare un problema legato alla fertilità dell'uomo o della donna. Uno studio recente si è concentrato sulla fertilità maschile. Un nuovo aiuto in proposito giunge dalle alghe, con riferimento ad un particolare componente contenuto in un integratore a base delle stesse.

I problemi di fertilità nell'uomo possono essere dovuti a scarsa motilità degli spermatozoi, questioni genetiche o correlate alla non sufficiente ricchezza del liquido seminale. Si tratta di un insieme di fattori che possono contribuire a rendere difficoltoso il concepimento. È possibile individuare una soluzione?

Secondo gli esperti un nuovo aiuto potrebbe giungere dalla tradamixina, un ingrediente contenuto in un integratore a base di alghe, con particolare riferimento a Alga Eklonia Bicyclis, Tribulus Terrestre e Glucosamina. La sostanza ha costituito l'oggetto di uno studio condotto da parte dei ricercatori dell'Università Federico II di Napoli.

La tradamixina è stata studiata in associazione ad un antiestrogeno. Lo studio in questione ha ricevuto la propria pubblicazione sulle pagine della rivista scientifica The Journal of Steroids & Hormonal Science. Lo studio evidenzia come l'assunzione di un antiestrogeno, accompagnato da tradamixina, possa condurre ad un 46,1% di gravidanze in più rispetto all'assunzione del solo antiestrogeno.

I miglioramenti hanno inoltre riguardato il numero e la motilità degli spermatozoi. È bene ricordare come i problemi di fertilità maschile non debbano essere sottovalutati. Le difficoltà nel concepimento del primo figlio riguardano infatti la condizione dell'uomo nel 25% dei casi. In Italia vi sarebbero oltre 2 milioni di uomini interessati da problemi di fertilità.

Lo studio è stato condotto prendendo in considerazione 90 uomini con problemi di infertilità, grazie ai quali gli esperti hanno potuto studiare l'efficacia della tradamixina e di un farmaco antiestrogeno per la risoluzione del problema. Il nuovo trattamento naturale è stato definito con il nome di Tradafertil ed è completamente privo di effetti collaterali e vede la presenza di un antiossidante naturale in grado di promuovere la fertilità maschile, una delle cui principali cause è stata individuata nello stress ossidativo.

La tradamixina, secondo quanto reso noto da parte degli esperti, è un composto che stimola la produzione di testosterone, l'ormone responsabile della libido, e da un potente antiossidante che favorisce la produzione di ossido di azoto, neurotrasmettitore dell'erezione, oltre che da un induttore in grado di aumentare i livelli di ossido d'azoto. Tali elementi, agendo in sinergia, sono stati definiti come in grado di favorire la fertilità maschile e, di conseguenza, il concepimento da parte della coppia.

Marta Albè

Leggi anche:

- Fertilità maschile: i grassi saturi la mettono a rischio
- Infertilità maschile: possibile legame con il junk food. Ma la dieta mediterranea fa bene agli spermatozoi!