Parto dopo 37-38 settimane? Non è l'ideale per tutte

gravidanza


Un nuovo studio mette in discussione uno dei pochi punti certi riguardo al parto che, generalmente, avviene dopo 37-38 settimane dal concepimento! Ebbene non necessariamente deve essere così, il momento giusto per partorire varia da donna a donna e sarebbe da valutare caso per caso.

A smontare questa certezza è stato un nuovo studio opera della dottoressa Alicia Mandujano affiancata da alcuni colleghi del MetroHealth Medical Center – Case Western Reserve University di Cleveland. La ricerca, pubblicata sul Journal of Obstetrics & Gynecology, ha infatti evidenziato come in realtà nei parti avvenuti nel giusto termine delle 37-38 settimane vi era stato un maggior numero di nati morti, rispetto alle morti neonatali.

Nello specifico, lo studio è stato effettuato utilizzando i dati del National Center for Health Statistics. Lo scopo era quello di valutare l'età gestazionale migliore per partorire, confrontando settimana per settimana il rischio di morte del feto ancora nella pancia con quello di morte neonatale dei bimbi già nati.

«I dati riportati nel presente documento – hanno dichiarato i ricercatori – suggeriscono che il "momento ottimale per il parto" non è necessariamente lo stesso per tutte e, come spesso accade nella pratica della medicina, gli operatori devono individuare l'approccio specifico per ogni singola paziente».

Leggi anche:

- Neonati senza pannolino: una nuova tendenza
- Amniocentesi: non più necessaria con un nuovo esame del sangue