Voglie in gravidanza: cosa nascondono e come soddisfarle

voglie gravidanza

Gravidanza: un periodo della vita in cui le domande e gli interrogativi, come abbiamo visto, crescono insieme alla pancia della futura mamma; un periodo, allo stesso tempo, durante il quale la donna è oggetto di attenzioni particolari, di premure, di delicatezze.

Il mistero di una vita che cresce dentro di lei circonda la mamma di un'aura di fascino arcano e segreto. Come non accontentare i desideri di una donna incinta? Ma soprattutto: come non soddisfare le sue voglie? Tranquillizzatevi, cari papà: già abbiamo visto che se sulla pelle morbida del vostro bimbo vedrete una chiazza scura, non dipenderà dal fatto che quando vostra moglie, durante la gravidanza, in una fredda notte di gennaio, vi aveva chiesto di portarle un gelato al pistacchio di Bronte, non siete riusciti a soddisfare il suo desiderio.

Le tanto temute voglie, allora, sono solo capricci da non prendere in considerazione? Da cosa dipende quell'improvviso desiderio di uno specifico alimento che assale le donne in dolce attesa? Si tratta di segnali inviati dall'organismo, in conseguenza della carenza di specifici elementi nutritivi. Voglie da non sottovalutare, dunque, ed alle quali rispondere in maniera adeguata, per assicurare alla mamma ed al feto una gestazione equilibrata.

Vediamo allora quali sono i più comuni cibi oggetto del desiderio delle donne incinte e quali carenze evidenzia la richiesta di quello specifico alimento.

Una delle voglie più ricorrenti è quella di dolci: gelati, cioccolato, biscotti e l'elenco potrebbe continuare a lungo. Il desiderio di questi cibi indica che nell'organismo vi è una carenza di zuccheri che va riequilibrata. Attenzione però: un eccessivo consumo di dolci può anche essere indice di diabete gestazionale, una patologia molto delicata, che viene facilmente diagnosticata con le analisi del sangue.

Avete voglia di latte e formaggio? Il vostro organismo potrebbe avere bisogno di calcio, fosforo, aminoacidi.

Il desiderio di frutti come la banana o il melone può rivelare una carenza di potassio e, nel caso del melone, anche di vitamina A. Se invece vi viene voglia di sgranocchiare frutta secca è possibile che ad essere carente nella vostra alimentazione sia l'assunzione di vitamina B, ed insieme di proteine e grassi. Vorreste mangiare sottaceti? Probabilmente avete bisogno di sale.

Un dato è sicuro: le voglie sono poco o per nulla attente alla linea. Salvo i casi, infatti, in cui la ricerca delle donne incinte si orienta verso la frutta, generalmente oggetti del desiderio sono tutti alimenti super calorici e quindi dannosi per le mamme che stanno cercando di mantenersi in forma. Come fare allora? Cercare di non ascoltare le voglie, distraendosi? C'è un'altra soluzione, più scaltra e consiste nell'accontentare la richiesta dell'organismo senza gravare eccessivamente sulla linea. Come? Scegliendo versioni light degli alimenti desiderati.

Cioccolato fondente al posto di quello al latte, ad esempio, oppure gelati alla frutta in sostituzione di quelli alle creme. Come regolarsi con la pasta? Rinunciate al timballo con ragù, formaggio e besciamella preparato da vostra suocera e scegliete invece sughi freschi e leggeri, con olio a crudo, verdure e pesce. Il desiderio di carboidrati sarà soddisfatto comunque, potrete rifiutare diplomaticamente i manicaretti di vostra suocera – ma questa è un'altra storia – e la bilancia non vi sgriderà per aver assecondato una voglia.

Francesca Di Giorgio