pizza dieta

Mangiare la pizza durante la dieta: ricette light

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La pizza è una pietanza ricca e decisamente gustosa che soddisfa il palato e appaga lo spirito, ma purtroppo quando si è a dieta viene spesso bandita dalla tavola perché ritenuta molto calorica e grassa. In realtà, ci sono delle versioni di pizza light che possono essere inserite tranquillamente nei regimi dietetici di chi vuole veder scendere l’ago della bilancia.

Il primo consiglio, ad esempio, è quello di limitare i condimenti e, per questo motivo, può essere utile la ricetta della pizza in padella che si prepara senza forno e permette di utilizzare anche la carta forno evitando l’olio.

Oggi, poi, mangiare la pizza durante la dieta è possibile anche grazie ad alcune varianti che tagliano grassi, carboidrati e calorie, ma non il gusto. Inoltre, cimentarsi con la preparazione della pizza fatta in casa è un’ottima soluzione per realizzare questa pietanza in un formato più piccolo e leggero.

Pizza margherita, ideale anche per chi è a dieta

La pizza margherita, una gustosa variante che riprende il tricolore italiano ed è condita con mozzarella, pomodoro e basilico, fu preparata per la prima volta a Napoli per la Regina Margherita di Savoia. Oltre a essere la prima tipologia di pizza realizzata, si tratta di una versione che ha ottime proprietà nutrizionali e che contiene carboidrati, proteine e grassi in modo bilanciato. Ad esempio, una piccola pizza di 300 gr o un grande trancio contengono 813 kcal, 156 g di carboidrati, 18 g di grassi e 14 gr di proteine.

Si tratta di una delle pizze meno caloriche e più in linea con la dieta mediterranea, tanto che, nel 2013, è stata ritenuta una pizza light approvata anche da un comitato scientifico.

Per ridurre le calorie ancora del 30%, ad esempio, si possono impiegare diverse tipologie di farine al posto di quella classica. Si può preparare una pizza margherita ricca di fibre e meno calorica utilizzando la farina integrale, limitare i grassi riducendo l’olio extra vergine di oliva a un solo cucchiaio, mentre il sapore extra sarà dato dalla mozzarella e dal basilico.

Ricette light per mangiare la pizza anche quando si è a dieta

Se si sta cercando di perdere peso o di mantenere la linea, ad esempio, è possibile realizzare delle pizze leggere e altrettanto gustose cercando di eliminare o limitare la quantità di farina utilizzata per l’impasto.

Molto apprezzata da chi segue una dieta iperproteica o da chi pratica attività fisica è la pizza fit con albumi che è anche un’ottima idea come cena dopo la palestra. Bastano solo 25 gr di farina, meglio se integrale da aggiungere all’albume montato a neve: il risultato è un impasto leggero che va stesi su una teglia e cotto in forno per circa 10 minuti in forno. Si tratta di una variante light della classica pizza che può essere condita con vari ingredienti: la base apporta solo 136kcal, 10 grammi di carboidrati, 30 grammi di proteine e 0,6 grammi di grassi.

Chi vuole fare il pieno di fibre e ridurre i carboidrati, invece, potrà provare la pizza di cavolfiore. L’impasto si prepara frullando il cavolfiore crudo utilizzando un mixer e mescolando il composto con del formaggio grattugiato e l’albume. Questo ingrediente non solo permette di amalgamare l’impasto, ma apporta anche un discreto quantitativo di proteine. In questo modo, si può mangiare una pizza margherita light, condita con mozzarella, sugo e basilico, senza appesantire il fisico.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.
Seguici su Facebook