Sai mangiare giovane? Guida ai cibi anti età

immagine

Da “mangiare per crescere” a “mangiare per non invecchiare”: fa un po' tristezza, ma è una legge della natura, e ci coinvolge tutti, proprio tutti!

Viviamo in un simpatico pianeta che quasi sempre antepone l’estetica all’integrità morale, in un’epoca in cui essere “giovani” è considerato un valore a tutte le età e in tutti i settori della vita. Non ci resta che adeguarci: più a lungo vivremo e più in forma saremo, maggiore sarà la probabilità di incidere su questo mondo con le nostre idee, ovvero con quelle entità astratte nascoste sotto una pelle da urlo!

Se già state pensando ad azioni spettacolari stile Dorian Gray, a un ciclo di disperati interventi in una clinica extralussuosa o più semplicemente a una di quelle miracolose creme tanto decantate dalle dive photoshoppate dei giorni nostri, state andando troppo lontano: sappiate che la giovinezza comincia a tavola! E dopo aver letto questo articolo non guarderete più la vostra dispensa allo stesso modo.

Vi siete mai chiesti qual è il principio dell’invecchiamento – o meglio, ve lo siete chiesti prima del vostro primo capello bianco o della vostra prima zampa di gallina? Signori, è semplice ossidazione. Ebbene sì, ci ossidiamo anche noi! Succede quando i carissimi radicali liberi, vedendo le nostre molecole prive di elettroni, si vestono da ghostbusters e li vanno a cercare in giro per il corpo, destabilizzando però altre molecole, con l’effetto che – destabilizza oggi, destabilizza domani – i tessuti si rovinano. C’è solo un modo per frenare i radicali liberi, ed è assumere antiossidanti. Imparate ad amare questo nome, anche se – lo so – vi suscita ricordi leggermente fastidiosi come l’antiruggine o l’anticalcare.

Sostanze antiossidanti sono:

  • La vitamina C, che potenzia le difese immunitarie, incide positivamente sui livelli di colesterolo, di pressione arteriosa e arteriosclerosi, è in grado di ridurre i rischi del cancro e soprattutto contribuisce alla formazione del collagene della pelle; la troviamo negli agrumi, nel kiwi, nei frutti rossi, nei broccoli, negli spinaci, e non solo.

  • La vitamina A e la provitamina A (o betacarotene): la prima è nel latte, nei latticini, nei tuorli d’uovo, nel pesce azzurro, nella carne; la seconda è nella frutta o verdura di color arancione (melone, carota, albicocca, pomodoro).

  • La vitamina E, che oltre a proteggerci dall’ossidazione funge da vasodilatatore e rinforza le pareti dei capillari. Si trova negli oli vegetali (olio extravergine d’oliva in primis), nella frutta “oleosa” come noci, nocciole e mandorle e nel pesce azzurro.

  • Il licopene, un antiossidante vegetale contenuto nei pomodori (ancora di più se cotti), nell’anguria, nei cavoli rossi: oltre a contrastare l’azione dei radicali liberi, sembra avere un’azione anticancro per quel che riguarda le cellule mammarie, gastroenteriche, endometriali e cutanee nella donna e riduce il rischio di cancro alla prostata nell’uomo.

  • Il resveratrolo, contenuto nell’uva e nel vino, che agisce contro le cataratte, le patologie cardiovascolari e l’osteoporosi, ovvero 3 grandi punti critici della vecchiaia, ma non solo: sembrerebbe da alcuni studi che questa sostanza sia meglio del Viagra, ed ecco risolto anche il punto critico numero 4…

  • Gli oligoelementi, che tanto bene fanno a tutto il corpo: magnesio (frutta secca, cioccolato e legumi), ferro (carni rosse, spinaci e legumi), calcio (latticini e verdure), manganese (mandorle e grano), zinco (frutti di mare).

  • I “grassi buoni” (omega 3 e omega 6), presenti soprattutto nel pesce azzurro, che inoltre sposano la causa della nostra longevità su moltissimi altri fronti in tutto l’organismo.

  • Altre sostanze come la papaina (nella papaia), il selenio (nelle uova e nelle patate, aiuta a mantenere giovane il cervello), le catechine (nel the verde), ma anche il cumino e le brassicacee, ovvero la famiglia di cavoli, cavoletti e broccoli (eh… chiudete le narici e fateveli piacere, sono gli alimenti più antiossidanti che ci siano in natura).

Ma qual è a questo punto la dieta ideale? E’ quella basata in prevalenza su frutta e verdura di stagione, legumi, cereali integrali e pesce (almeno 3 volte alla settimana, 2 invece i latticini e 1 la carne), tutto preferibilmente cotto a vapore o comunque con metodi di cottura veloci (sapevate che in acqua i cibi perdono il 70% delle proprietà?), ma senza disdegnare qualche cucchiaio di olio d’oliva come condimento, soprattutto mangiando di tutto, in maniera sempre varia ed equilibrata. Bevete 2 litri d'acqua al giorno e un bicchiere di vino a tavola, usate le spezie e abituate i vostri bimbi a gustarle.

Se gradite degli altri semplici consigli, non aspettate i temuti 40 anni per impostare la vostra alimentazione: le prime rughe compariranno molto dopo le vostre previsioni. E se vogliamo dirla proprio tutta, cercate di abbandonare l’alcool, le sigarette e lo stress. Dormite come si deve, camminate mezz’ora al giorno e non trascurate l’attività sessuale, considerando il seguente circolo virtuoso: la giovinezza aiuta il sesso, e il sesso aiuta la giovinezza!

Marina Piconese