dieta mediterranea

Dieta mediterranea: chi la segue vive più a lungo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi mangia bene vive meglio. Ma sinonimo di una corretta alimentazione è sicuramente la sacra dieta mediterranea.

Proprio un recente studio realizzato dall’Istat e commentato da Coldiretti, ha mostrato come essa abbia effetti assolutamente benefici sulla salute, portando anche a un aumento dell’aspettativa di vita.

Proclamata patrimonio dell’Unesco, la famosissima dieta mediterranea che, come sappiamo, prevede un’alimentazione a base di cereali, frutta e verdura, pesce e olio extravergine d’oliva, pare dunque garantirci un’esistenza migliore e più lunga.

Secondo lo studio, negli ultimi 10 anni la speranza di vita media nel nostro paese è aumentata di 1,5 anni per gli uomini e di 2,1 anni per le donne, portando l’Italia ai vertici europei.

Inoltre, secondo uno studio recente pubblicato sul British Medical Journal, analizzato dal team di Francesco Sofi, nutrizionista dell’Università di Firenze, la dieta mediterranea avrebbe anche effetti positivi contro alcune malattie neurodegenerative, come il Parkinson, la cui incidenza è ridotta del 13% e l’Alzheimer in cui si registra un miglioramento nel 9% dei casi.

Ulteriori vantaggi sono quelli per i soggetti affetti da problemi cardiovascolari ma anche contro il cancro, la cui incidenza è ridotta del 6%.

E non dimentichiamo che la dieta mediterranea è anche “green”. Secondo un altro studio emerso dalla sessione organizzata dall’Inran, l’Ente pubblico per la ricerca in materia di alimenti e nutrizione, la nostra alimentazione è sostenibile e ha un impatto ambientale limitato. Cosa chiederle di più?

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Facebook