Tutti in forma con l’uva per il cambio di stagione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Settembre e ottobre tempo di uva. È proprio questo, infatti, il periodo per fare grandi, ma non troppo, scorpacciate di questa preziosa frutta di stagione. Preziosa e non solo, l’uva sgonfia, depura e ringiovanisce la pelle.

Insomma, una dieta che comprenda un grappolo di uva al giorno dopo le vacanze estive è il miglior rimedio per ricaricarsi, depurarsi, rafforzare le difese immunitarie, eliminare i liquidi in eccesso e le tossine e, quindi, asciugare un po’ la silhouette.

Bianca o rossa, hanno entrambe più o meno le stesse proprietà, con la sola differenza che quella rossa contiene i cosiddetti antociani (che rientrano tra i più importanti gruppi di pigmenti dei vegetali e si ritrovano nei fiori e frutti) che hanno effetto antiossidante.

Quanto al resto, l’uva è molto ricca di zuccheri – per questo dovrebbe evitarla chi è affetto da diabete – e di sali minerali (potassio, ferro, sodio e magnesio), che facilitano l’eliminazione delle scorie dall’organismo e rallentano l’invecchiamento.

Il consumo della buccia, invece, favorisce l’attività intestinale perché contenente fermenti e cellulosa, mentre i semi, tecnicamente “vinaccioli”, contengono il 65% dei polifenoli totali dell’uva, anch’essi dal potere antiossidante e in grado di combattere la produzione dei radicali liberi.

Bisogna in ogni caso tener conto delle numerose varietà di uva che si trovano sul mercato e delle caratteristiche del terreno nel quale cresce, dato che il contenuto dei principi attivi è condizionato da questi fattori.

Ecco tutte le proprietà dell’uva (il valore nutritivo è riferito a 100 grammi di parte edibile):

Parte edibile 94%

Acqua g 80,3

Proteine g 0,5

Grassi g 0,1

Zuccheri disponibili g 15,6

Solubili g 15,6

Fibra g 1,5

Energia kcal 61

Ferro mg 0,4

Calcio mg 27

Fosforo mg 4

Sodio g 1

Potassio mg 192

Vitamina B1 mg 0,03

Vitamina B2 mg 0,03

Vitamina PP mg 0,1

Vitamina A mg 4

Vitamina C mg 6

Germana Carillo

(Fonte: Istituto Nazionale della Nutrizione)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.