martedì grasso

pixabay/@Foxy_ / 40 images

Martedì grasso: storia, origini e tradizioni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Martedì Grasso è il giorno prima del Mercoledì delle Ceneri (il primo giorno di Quaresima). È osservato in molti paesi cristiani attraverso la partecipazione alla confessione e all’assoluzione.

È l’ultimo giorno di Carnevale, quello in cui si celebrano le grandi sfilate, si organizzano le tipiche feste in maschera e ci si concedono i peccati di gola prima di entrare nel clima e nelle rinunce della Quaresima cristiana.

Storia e origini del Martedì grasso

La tradizione di segnare l’inizio della Quaresima è documentata da secoli, si hanno tracce storiche già dal 1000 d.C., in cui i cristiani erano soliti andare dal proprio confessore per liberarsi di tutti i peccati e prepararsi alla via della penitenza.

Al tempo del tardo medioevo, la celebrazione del Carnevale durava fino all’inizio della Quaresima.

In molte società era tradizione mangiare frittelle o altri cibi a base di burro, uova e grasso a cui si sarebbe poi rinunciato durante la quaresima.

Tradizioni

Il termine Mardi Gras in francese significa “Martedì grasso“, riferendosi alla pratica dell’ultima notte di mangiare cibi più grassi e golosi prima del digiuno rituale della stagione quaresimale, che inizia il mercoledì seguente, detto anche “delle ceneri”.

Molte congregazioni cristiane osservano così la giornata mangiando frittelle, nonché suonando le campane delle chiese per ricordare alle persone di pentirsi dei propri peccati prima dell’inizio della Quaresima.

Nello specifico, il Martedì Grasso si mangia la carne, declinata in tante ricette e protagonista sia di primi che di secondi piatti, e si consumano i tipici dolci di carnevale, come le chiacchiere, le frittelle e il sanguinaccio.

Leggi anche: Carnevale: le ricette delle chiacchiere e del sanguinaccio

In Italia c’è una vasta tradizione legata alle pietanze del Carnevale, che variano da regione a regione, tutte gustosissime.

Oltre alla consolidata tradizione culinaria, il Carnevale è anche occasione per mettere in atto delle divertenti e colorate sfilate e feste in maschera, come quelle di Rio de Janeiro e Venezia.

Per non parlare dei bambini, che aspettano questa festa con trepidazione, scegliendo con cura la maschera da indossare ogni anno per passare quei momenti in allegria e spensieratezza assieme ai propri amici e famiglie. 

Fonte: en.wikipedia.org

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in comunicazione e laureanda in giornalismo, sogna di potersi avvicinare sempre di più a questo mondo e scoprirne ogni suo aspetto