immagine

Insonnia: raffreddando la testa si dice addio. È possibile!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dall’Università di Pittsburgh una nuova entusiasmante scoperta utile a chi soffre di insonnia: se si raffredda la testa prima di mettersi a letto, si possono dormire sonni tranquilli.

La ricerca, presentata allo SLEEP 2011, la conferenza dell’Associated Professional Sleep Societies LLC (APSS) di Minneapolis, negli USA, ha coinvolto 12 donne che soffrivano di insonnia e 12 sane come riferimento. A loro è stato messo un cappello che con pompe e tubi raffredda la testa soprattutto in corrispondenza della corteccia prefrontale.

I cicli del sonno sono così diventati simili a quelli delle 12 donne che non avevano problemi di insonnia, perché, come spiegano glia autori, “la corteccia prefrontale nelle persone insonni è iperattiva, e tiene sveglio tutto il resto del corpo“. Mettendo a freddo proprio quella parte, dunque, il metabolismo si rallenta e il sonno si migliora.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Facebook