Lo stress influenza le nostre abitudini alimentari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le madri con un basso reddito e elevato peso hanno mangiato meno alimenti da fast-food e meno spuntini ad alto contenuto di grassi dopo aver partecipato a uno studio sperimentale. E non certo perché i ricercatori avessero detto loro cosa non mangiare, bensì perché l’intervento sullo stile di vita in corso di valutazione ha contribuito ad abbassare lo stress delle stesse mamme.

Ad affermarlo è una ricerca che ha coinvolto un gruppo di mamme in un periodo di 16 settimane, con l’obiettivo di prevenire l’aumento di peso stimolando la corretta gestione dello stress, il consumo sano di alimenti e l’attività fisica.

Abbiamo usato le testimonianze delle donne nei video e mostrato le loro interazioni con le loro famiglie per aumentare la consapevolezza dei fattori di stress. Dopo aver visto i video, molte partecipanti all’intervento hanno detto, ‘Questa è la prima volta che mi sono resa conto di essere così stressata’ – perché hanno vissuto una vita stressante”, ha affermato Mei-Wei Chang, autore principale dello studio e professore associato di infermieristica alla Ohio State University. “Molte di queste donne sono consapevoli di sentirsi impazienti, e di avere dolori alla testa e al collo e problemi di sonno – ma non sanno che questi sono segni di stress” – ha poi proseguito.

Cosa accade quando si abbassa lo stress

Un’analisi dei dati dello studio ha dunque mostrato che l’abbassamento dello stress percepito dalle donne dopo aver partecipato all’intervento è stato il fattore chiave che ha influenzato la loro eventuale diminuzione del consumo di cibi grassi e veloci.

“Non è che queste donne non volessero mangiare più sano“, ha detto Chang. “E’ che se non sai come gestire lo stress, allora quando sei così stressato, perché dovresti preoccuparti di quello che mangi?”.

La ricerca è pubblicata in un recente numero della rivista Nutrients.

Le 338 partecipanti, mamme in sovrappeso o obese tra i 18 e i 39 anni, sono state reclutate dal programma speciale di nutrizione supplementare per donne, neonati e bambini (WIC), che si occupa di madri a basso reddito e bambini fino a 5 anni.

Chang ha detto che queste donne devono affrontare una serie di sfide che potrebbero causare loro stress: difficoltà finanziarie, vivere in quartieri degradati, frequenti traslochi, relazioni sentimentali instabili e famiglie con tanti bambini piccoli. È anche comune per questa popolazione di mantenere una condizione di sovrappeso dopo il parto e il rischio di obesità per tutta la vita, oltre a potenziali problemi per se stesse e per i bambini se diventano incinta di nuovo.

Durante la prova, le 212 partecipanti del gruppo di intervento hanno guardato un totale di 10 video in cui donne come loro hanno dato testimonianze non scritte sul mangiare sano e la preparazione del cibo, la gestione del loro stress e di essere fisicamente attive. Le partecipanti hanno anche partecipato a 10 teleconferenze di gruppo di supporto tra pari nel corso dello studio.

Chang e colleghi hanno precedentemente riferito che come gruppo, le donne nel gruppo di intervento dello studio fossero più propense a ridurre il loro consumo di grassi rispetto alle donne in un gruppo di confronto a cui è stato dato materiale stampato sul cambiamento dello stile di vita.

Questa nuova analisi ha mostrato che le lezioni dell’intervento da sole non hanno influenzato direttamente quel cambiamento nella dieta. Quando i ricercatori hanno valutato il ruolo potenziale dello stress come mediatore, l’effetto indiretto dell’intervento – riducendo lo stress percepito dai partecipanti – è stato associato a un minor consumo di cibi ad alto contenuto di grassi, compresi i fast food. Una riduzione di 1 punto nella scala che misura lo stress è stata collegata a una riduzione di quasi il 7% nella frequenza con cui le donne hanno mangiato cibi ad alto contenuto di grassi.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laurea in Economia e commercio, da sempre appassionato di scrittura online e di mondo femminile in particolare: moda, capelli, bellezza.