Usiamo la soia per prevenire le fratture dell'anca!

immagine

Un alimento importante per la salute delle donne. Stiamo parlando della soia, uno di quegli ingredienti che è bene integrare nella dieta quotidiana, con ottimi benefici per il corpo e per la mente.

Secondo uno studio condotto presso la National University di Singapore e pubblicato sulla rivista American Journal of Epidemiology, le donne in menopausa possono ridurre il rischio di riportare fratture dell’anca consumando regolarmente prodotti a base di soia. La ricerca è stata condotta su un campione di 63 mila persone fra uomini e donne, di età compresa fra i 45 e i 74 anni, seguiti fra il 1993 e il 1998. La ricerca ha dimostrato che le donne che consumano regolarmente soia hanno meno probabilità di riportare frattura dell’anca.

I dati conclusivi dell'indagine hanno dimostrato che le donne che ogni giorno avevano l’abitudine di assumere, in media, 2,7 g di proteine della soia e circa 49,4 g di tofu erano protette dal rischio fratture all'anca. In realtà sono molteplici gli effetti benefici di questo alimento. La soia è, infatti, utilissima per allenare la memoria, per combattere il colesterolo e in casi di affaticamento mentale. Gli studenti possono quindi stare tranquilli se prima di un esame importante hanno “allenato” corpo e mente assumendo soia.

È importante sottolineare all’interno di questo alimento la presenza di trigliceridi, utili per contrastare il processo di invecchiamento e di fitoestrogeni, fondamentali durante la menopausa. Se dovessimo azzardare un paragone, l'azione della soia nel nostro organismo è paragonabile a quella di una scopa, in grado di ripulire i vasi sanguigni dai grassi che vi si depositano e di svolgere, in questo modo, un importante ruolo preventivo nei confronti dell’arteriosclerosi. Ma come consumare la soia al meglio? In commercio si trovano sia integratori sottoforma di compresse che lecitina di soia granulare da addizionare a yogurt, bevande e zuppe.

Daniela Cocina