Come si può contrastare l’invecchiamento cutaneo?

invecchiamento cutaneo

La cute è una barriera che difende e protegge il corpo dagli agenti esterni che però la possono danneggiare e facilitarne l’invecchiamento.

Questi fattori sono:

  • Il sole,
  • Gli sbalzi termici
  • La gravità
  • Le cattive abitudini

Oltre all’età e agli agenti esterni possono incedere sull’invecchiamento cutaneo anche altri fattori come:

  • Lo stile di vita
  • L’alimentazione
  • I fattori ereditari
  • Il fumo

Come si manifesta l’invecchiamento cutaneo?

L’invecchiamento della pelle si presenta come un cambiamento delle normali funzioni della cute. Questi cambiamenti si manifestano con secchezza, lesioni, lividi, perdita di elasticità, riduzione di adipe e diminuzione del tessuto muscolare.

In particolare la pelle appare:

  • Più secca e ruvida – la pelle perde morbidezza ed elasticità, è molto meno turgida rispetto ad una volta.
  • Più trasparente – la cute subisce un assottigliamento per questo appare più trasparente e più soggetta a lesioni e a danni.
  • Meno compatta – viene a mancare il grasso nella zona sottocutanea in particolare nelle zone come le guance, le tempie, il mento,intorno agli occhi e vicino al naso.

I primi segni dell’età cominciano a fare la loro comparsa a partire dai 30 – 40 anni e si manifestano in particolare come rughe di espressione, delle rughe diverse perché non particolarmente connesse alla diminuzione di collagene e di acido ialuronico ma legate alla ripetizione di movimenti dovuti alle proprie emozioni.  Le tre principali zone colpite dalle rughe d’espressione sono la bocca, gli occhi e la fronte. I tre punti più soggetti alla manifestazione di emozioni e sentimenti.

Qual è il maggior responsabile dell’invecchiamento cutaneo?

Il maggior responsabile è senza dubbio il sole in quanto i raggi UVA e UVB a lungo andare danneggiano l’elastina causando perdita di tonicità, fragilità e mancanza di elasticità.

I danni che il sole provoca sulla cute non sono immediatamente visibili ma si manifesteranno solo con il tempo.

Per evitare il photoaging è opportuno utilizzare una crema solare con filtro di protezione medioalto da applicare tutti i giorni prima di uscire.

Come contrastare i segni dell’invecchiamento?

L’invecchiamento cutaneo è un processo naturale ed inarrestabile. Attraverso delle buone abitudini e dei trattamenti adatti può essere rallentato e meno visibile.

I due tipi di invecchiamento: il cronoaging (dovuto all’età) e il photoaging (dovuto all’esposizione solare) possono essere controllati e rallentati attraverso trattamenti e cure.

Qualora si decidesse di ricorrere a trattamenti estetici è sempre opportuno scegliere quelli adeguati  al proprio volto in modo da avere un risultato il più sano e naturale possibile. 

Per quanto riguarda il photoaging come detto sopra è importante proteggere la cute con una buona crema solare da applicare anche d’inverno.

Tra i trattamenti cosmetici riscuote maggiore successo la Lierac. Particolarmente apprezzata dalle donne è la nuova linea Lift Integral:  trattamenti che si ispirano alla chirurgia estetica per un effetto lifting immediato e duraturo.

Un’altra soluzione è rappresentata dalla ginnastica facciale, la nuova tendenza dei vip. La ginnastica facciale si caratterizza per una serie di esercizi volti a migliorare la circolazione del sangue, tonificare e rassodare la muscolatura facciale. Questo tipo di ginnastica è consigliata a partire dai 30 anni di età. Non ha controindicazioni e richiede pochi minuti al giorno.

Prevenire l’invecchiamento cutaneo con l’alimentazione

Una dieta squilibrata, fumo e alcol possono incedere sulla salute della cute. Gli alimenti indispensabili per una pelle sana e turgida sono:

  • Zinco – presente in carne rossa, pesce e uova.
  • Vitamina E – presente nelle mandorle, nelle nocciole, nell’olio extravergine di oliva e nel pesce azzurro.
  • Acidi grassi essenziali – come l’olio di pesce.
  • Rame – presente nell’avena, nel grano e nella soia.
  • Manganese – presente nell’ananas e nel riso.
  • Vitamina A – contenuta nelle uova e nei formaggi.
  • Vitamina C – contenuta nella frutta.
  • Vitamine B8 e B5 – presenti nella frutta, nei cereali integrali, nei legumi, nei funghi e nella carne.
  • Beta carotene – presente nella verdura e nella frutta.

Oltre all’alimentazione è importantissima l’idratazione. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno sono fondamentali per:

  • Evitare la secchezza epidermica,
  • Contrastare la disidratazione,
  • Mantenere il corpo ben idratato.