Aperto il Registro obbligatorio delle protesi al seno

immagine

Via libera della Commissione Sanità del Senato al testo che stabilisce l'obbligo di un registro delle protesi al seno.

Manca il voto della Camera e poi il testo sarà legge dello Stato e i chirurghi plastici saranno tenuti a comunicare al ministero della Salute i dati relativi all'impianto di protesi mammarie. Approvata anche la norma che vieta gli interventi al di sotto dei 18 se non per problemi di salute e limitando quelli estetici.

 

"Erano anni che aspettavamo una disposizione in materia, finalmente siamo a una svolta e speriamo che si vada fino in fondo – dichiara Eugenio Gandolfi, segretario di Aicpe, Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica. "Di registro protesi si discute almeno dal ministero Veronesi, da allora non si è mai arrivati a nessuna risoluzione concreta. Purtroppo c'è voluto uno scandalo mondiale come quello delle protesi Pip realizzate con silicone industriale per arrivare a questo punto. Aicpe ha tra i propri obiettivi difendere la professione e la deontologia: si tratta di un'associazione composta da professionisti e non può che essere contenta dell'entrata in vigore di regole precise che tutelino sia i medici sia le pazienti".