Sandali da gladiatore? Meglio senza

I sandali da gladiatore di H&MOrmai non è un mistero che i piedi siano un punto fondamentale del nostro corpo e, per errore, mai fin troppo considerato. I piedi hanno bisogno di cura non solo esteriormente. Bisogna scegliere per loro delle calzature idonee che non arrechino danni al piede e a tutto il corpo in generale.

Infatti nel passato gli esperti hanno sempre messo in guardia le donne sul tipo di calzature da utilizzare. Fino ad ora i nemici dei piedi, e non solo, delle donne erano i tacchi alti perché, utilizzati in maniera massiccia e tutti i giorni, possono portare danni ai piedi, ai polpacci e anche alla schiena. Ma ecco che da recenti studi è emerso che ci sono altri tipi di calzature che mettono in pericolo la salute del piede delle donne. Stiamo parlando dei sandali e in particolare di quelli detti "alla schiava" o "da gladiatore".

A lanciare l’allarme sono stati i podologi che hanno posto attenzione ai particolari sandali estivi: Lorraine Jones della Society of Chiropodists and Podiatrists ha dichiarato che calzature molto basse, e quindi senza nemmeno un minimo di rialzo, possono portare allo stiramento del tendine di Achille e all’indolenzimento dei muscoli del polpaccio.

Jones ha spiegato il motivo di questa caratteristica negativa dei sandali dicendo che essi hanno una capacità di assorbimento d’urto pari a zero per piedi e gambe e proprio questo è ciò che causa i problemi. Il consiglio di Jones è quello di evitare il più possibile questo tipo di calzature anche se sono belle e apparentemente comode.

Anche Mauro Montesi, presidente dell’Associazione italiana podologi, è d’accordo sui consigli dati da Jones e ha dato ulteriori consigli sull’argomento delle calzature estive elogiando l’infradito come miglior sandalo in quanto lascia il piede libero da ogni tipo di costrizione, ha una suola non sottile e leggermente rialzata e una pianta larga. Montesi ha espresso anche un giudizio sul tipo di materiale da preferire per le calzature: meglio il vero cuoio rispetto alla plastica a causa del fatto che quest’ultima favorisce un’eccessiva sudorazione, dermatiti e bolle d’acqua.

È fondamentale rinunciare alla bellezza a favore della comodità e della salute… meglio seguire i consigli degli esperti per evitare di dover ricorrere a cure per risolvere i problemi causati dai sandali bassi!

Lazzaro Langellotti