Crioterapia: come funziona, costo e controindicazioni della “terapia del freddo”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai sentito parlare di crioterapia? Si tratta di una terapia, abbastanza in voga negli ultimi tempi, che sfrutta il freddo per curare varie patologie del viso e del corpo, ma anche per rallentare l’invecchiamento e facilitare la perdita peso. A sottoporsi a questo trattamento estetico sono soprattutto alcune star di Hollywood, modelli e calciatori, che si dicono soddisfatti dei benefici ottenuti.

Scopriamo come funziona la cromoterapia, quali sono i costi delle sedute e se presenta controindicazioni.

Cos’è la crioterapia e a cosa serve

Come anticipato, la crioterapia utilizza il freddo e il ghiaccio al fine di abbassare la temperatura corporea. I principali effetti di questo trattamento sono vasocostrizione, all’inizio, e la successiva vasodilatazione. Può essere adoperata in ambito medico, soprattutto dermatologico, ma anche in ambito estetico, per tonificare e aiutare a perdere peso.

  • Crioterapia dermatologica: la crioterapia è molto utilizzata per la cura di patologie cutanee, ad esempio, verruche virali, molluschi contagiosi, condilomi acuminati, cicatrici, alopecia, cheratosi attiniche e seborroiche e anche superficiali tumori epiteliali.

    L’azoto liquido, nel momento in cui viene applicato sulla lesione, crea sulla pelle una ustione da freddo, che a sua volta genera dei cristalli intracellulari capaci “uccidere” la cellula stessa per shock termico e la rottura della membrana cellulare.

  • Crioterapia estetica: in ambito estetico, si ricorre a questo trattamento per ridurre diversi inestetismi. I suoi benefici sono evidenti in diversi casi. Viene utilizzata per mantenere il peso forma, diminuire gli accumuli adiposi, migliorare la ritenzione idrica, ridurre la cellulite e rendere la pelle più tonica ed elastica. Sembrerebbe strano, ma in questo caso il freddo aiuta a dimagrire: a basse temperature, infatti, il cuore inizia a pompare sangue molto velocemente, risvegliando il metabolismo e portando a bruciare calorie.

Ma come funziona una seduta di crioterapia? Per essere sottoposti al trattamento bisogna entrare in una sorta di capsula, simile ad una cella frigorifera, dove viene vaporizzato azoto liquido che raggiunge temperature che vanno dai 120 a 180 gradi sotto zero. I trattamenti non devono andare oltre i 3 minuti.

Crioterapia: il costo delle sedute

Per quanto riguarda il costo di questo trattamento, non si può di certo dire che sia accessibile a tutti. Il prezzo è piuttosto variabile: si parte dai 90/150 euro a seduta per la terapia dermatologica, fino ad arrivare ai 250/800 euro per i trattamenti estetici.

Crioterapia: controindicazioni ed effetti collaterali

Naturalmente la crioterapia va eseguita in centri medici ed estetici specializzati per evitare di correre rischi, dato che le temperature troppo basse possono avere gravi conseguenze sia pelle e che tutto l’organismo. Ad esempio la terapia dermatologica può causare scottature, arrossamenti e bolle sull’area trattata. Inoltre, può capitare che si formino delle discromie cutanee se l’area trattata con la crioterapia viene esposta poco dopo ai raggi del sole. La crioterapia non è adatta a tutti: è sconsigliata ai soggetti particolarmente sensibili al freddo, a chi soffre di patologie legate alle arterie e ai bambini sotto i 6 anni.

Fonte: Dottori.it/Notizie Benessere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.