Come trattare i capelli con metodi naturali

trattare capelli metodi naturali

Dalla rucola alla birra, passando per uova e aceto. Un po' di rimedi naturali per avere la chioma pulita e sistemata, senza danneggiare ambiente e portafogli.

L’uovo

È indicato soprattutto per i capelli secchi e opachi, grazie alla presenza di lecitina e vitamine. Ci dono diversi metodi per piazzarlo in testa:

La maschera

Mischiare un tuorlo con un cucchiaio di miele. Se il capello è molto secco aggiungere mezzo cucchiaino di olio di germe di grano o, se non ne avete a disposizione, di olio di oliva. Massaggiare e lasciare agire per almeno mezz'ora. Sciacquare, lavare con uno shampoo delicato e fare l’ultimo risciacquo con un litro di acqua distillata e aceto.

Un altro tipo di maschera la si ottiene mescolando il tuorlo con un po’ di polvere di rosmarino e acqua fredda. Si spalma la crema sulla chioma e la si lascia in posa per 20 o 30 minuti. Poi si risciacqua.

L’impacco

2 tuorli, 2 cucchiaini d’olio d’oliva e 2 cucchiaini di miele. Applicare sui capelli e lasciare agire per 20 minuti. Risciacquare con acqua tiepida.

Lo shampoo

Mescolare due tuorli, il succo di mezzo limone e poche gocce di rhum o di acquavite. Massaggiare capelli e cuoio capelluto, lasciare agire per 30 minuti e sciacquare.

La rucola

È buona per sgrassare mescolata con mezzo cucchiaino di zolfo e un cucchiaio di bicarbonato e per prevenire la caduta dei capelli. In quest’ultimo caso, si fanno bollire per 15 minuti 50 gr di radici di rucola, bardana e ortica, si filtra il tutto e lo si friziona sul cuoio capelluto.

L’aceto e il limone

Si ritrovano spesso tra i consigli della nonna questi due fantastici prodotti perfetti per sgrassare, togliere gli odori e rendere i capelli lucenti. Aggiungere nell'acqua dell’ultimo risciacquo il succo di mezzo limone oppure un cucchiaio di aceto. Brillante garantito.

La camomilla e il tè nero

Si sa da sempre che i principi attivi della camomilla danno ai capelli, già biondi, un riflesso dorato e ne schiariscono ulteriormente la tonalità. Il tè nero, invece, utilizzato al risciacquo, rende più deciso un tono castano.

La birra

Mescolare ¼ di birra a ¾ di acqua. Lavare i capelli e risciacquare normalmente.

Gli oli

In una ciotola versare un cucchiaio di olio extravergine di oliva, un cucchiaino di olio di jojoba, uno di olio di lino e mezzo cucchiaino di karitè puro. Mescolare e scaldare per pochissimi minuti. Applicare su tutta la testa e tenere per almeno un’ora.

…e l’olio di oliva

Da solo, l’olio di oliva è l’ideale come impacco per capelli sfibrati e o per massaggiare il cuoio capelluto in caso di forfora. In entrambi i casi si applica prima del lavaggio e si lascia agire per 30 minuti.

La mela e la banana

Due le opzioni. Si può utilizzare il solo succo di mela, ottimo per le doppie punte e rinforzare la chioma. Lo si può usare come shampoo aggiungendone un misurino a quello abituale, o come maschera allungato con due cucchiai di olio di mandorle dolci.

L’altra idea è quella di preparare un frullato di mela e banana da spalmare sui capelli e lasciare agire per 10 minuti circa. Al frullato si possono aggiungere due o tre cucchiai di glicerina, per ammorbidire il capello.

Il miele

2 cucchiai di miele liquido e 4 cucchiai di olio di ricino. Mescolare e applicare sui capelli asciutti per un’ora, sciacquare e lavare. Morbidissimi.

Il bicarbonato

Per rimuovere per bene lacca e gel, si può aggiungere una volta alla settimana un cucchiaino di bicarbonato all'abituale shampoo.

Ricordatevi, infine, tutti gli shampoo eco biologici che esistono sul mercato e tutti i consigli per una chioma eco-sostenibile!