I rimedi più efficaci (e naturali) per pulire l’argento

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli oggetti in argento, che si tratti di posate o gioielli, tendono facilmente a perdere la loro brillantezza. Non è raro, infatti, accorgersi di graffi, macchie e quell’antiestetica patina nera dovuta all’ossidazione. Come fare a riportare l’argento al suo “antico splendore”? Fortunatamente non c’è bisogno di ricorrere a particolari e costosi prodotti per lucidarlo. Possono venirci in soccorso alcuni ingredienti naturali che si hanno generalmente in casa. Scopriamo quali sono gli accorgimenti per prevenire l’annerimento dell’argento e, soprattutto, cosa usare per lucidarlo!

Perché l’argento si annerisce?

Innanzitutto è bene ricordare che l’argento si annerisce soprattutto quando entra in contatto con lo zolfo e con l’ossigeno presenti nell’aria. Quindi, il modo migliore per proteggere gli oggetti in argento è conservarli in un luogo riparato, ad esempio in scatole, portagioie o cassetti.  Nemiche dell’argento sono anche l’acqua e l’umidità, perciò è decisamente meglio evitare di lasciare gli oggetti in argento in posti dove potrebbero facilmente bagnarsi (ad esempio il lavello o la vasca da bagno). Prima di fare una doccia, sarebbe il caso di togliere i gioielli per proteggerli.

I rimedi naturali per pulire l’argento

Fatte queste precisazioni, passiamo in rassegna gli ingredienti naturali più validi per lucidare l’argento:

  1. Bicarbonato di sodio: è un ottimo alleato che vi aiuterà a restituire lucentezza al vostro argento. Versate in una piccola ciotola 3 cucchiai di bicarbonato e aggiungete 2 cucchiaini d’acqua tiepida, mescolate bene per ottenere un composto cremoso e utilizzatelo per strofinare, sempre con delicatezza, le parti annerite degli oggetti in argento.
  2. Sapone di Marsiglia: il buon vecchio sapone di Marsiglia, in combinazione con l’acqua, può rivelarsi davvero prezioso per pulire l’argenteria divenuta opaca.
  3. Ketchup: chi l’avrebbe mai detto che questa salsa potesse essere utile per lucidare l’argento? Ebbene sì, basta impregnare l’oggetto in questione con il ketchup e lasciarlo agire qualche minuto per poi strofinare con una spugnetta. Brillantezza assicurata.
  4. Acqua di cottura delle patate: un altro sorprendente alleato nella pulizia dell’argento è l’amido. Provate a immergere gli oggetti da lucidare nell’acqua di cottura delle patate e torneranno come nuovi. Per un risultato ottimale si può aggiungere anche un cucchiaio di aceto.
  5. Dentifricio: un trucco molto usato per lucidare l’argento prevede l’uso del dentifricio, che può essere utilizzato per rimuovere le macchie da ossidazione che si formano sugli oggetti. Basta strofinare per bene con l’aiuto di un panno morbido o di uno spazzolino.
  6. Succo di limone: il limone si rivela un grande alleato in tantissimi casi e torna molto utile anche per restituire brillantezza gli oggetti in argento. Basta versargli sopra del succo di limone e aggiungere due cucchiaini di bicarbonato di sodio e strofinare con un panno, preferibilmente di cotone. Quel colore verde che si formerà non è altro che la parte ossidata che si sta rimuovendo. Eliminate le macchie, risciacquate con acqua corrente e asciugate con un panno.
  7. Sale grosso e alluminio: questa combinazione è davvero efficace per lucidare soprattutto ciondoli, posate e gioielli. Come fare? Foderate con della carta alluminio un contenitore di vetro e riempitelo di sale grosso. Riponete i vostri oggetti in argento e aggiungete pian piano un po’ d’acqua bollente. Lasciate agire per circa un’ora e procedete avendo cura di asciugare l’argenteria con un panno.

Fonte: GreenMe/LeiTV

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.