immagine

Occhi: solo il 39% in Italia esegue annualmente un test visivo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La vista è, tra i cinque sensi, quello più a rischio, ma nonostante ciò sono pochi gli italiani che se ne prendono cura in maniera adeguata. A confermarlo l’indagine internazionale condotta dall’Istituto di ricerche YouGov – con il contributo del Gruppo Carl Zeiss – in 5 paesi: Italia, Germania, Usa, Brasile e Cina.

Lo studio, condotto a novembre scorso su un campione di 1005 individui (492 uomini e 513 donne tra i 18 e i 55 anni), ha portato alla luce uno scenario inatteso e, se si vuole, davvero preoccupante. Sono oltre 37 milioni gli italiani (il 61%) che non prestano opportuna attenzione al proprio benessere visivo. Solo il 39% infatti – poco meno di 24 milioni di persone – sostiene di effettuare il test della vista una volta l’anno; il 33%, invece, si sottopone alla visita di controllo ogni 2 anni, l’8% ogni 3 anni e il 21% non regolarmente.

Continuando nell’indagine, emerge che solo il 52% degli italiani si è sottoposto ad un test visivo nel corso degli ultimi 12 mesi, mentre la percentuale di chi dichiara di aver fatto il test in un periodo di tempo che va da più di 1 anno fa a più di 3 anni fa equivale al 47%. Il 2% invece – quasi 1.200.000 persone – sostiene di non essersi mai sottoposto alla prova visiva.

Nonostante questo poco interesse alla cura della propria vista, gli intervistati rivelano di avere disagi visivi in diversi ambiti: il 34% dichiara di avere problemi nella lettura, il 22% durante la guida e nel prestare attenzione ai segnali stradali, il 31% a concentrarsi sui dettagli in lontananza. Il 43% degli italiani poi sostiene di avere difficoltà quando cambiano le condizioni di luce e il 32% mentre lavora in ufficio e/o davanti allo schermo del computer.

Ma perché gli italiani sono così restii al test visivo?

Le risposte degli intervistati sono delle più variegate: oltre 45 milioni di persone non sanno di dover controllare la vista una volta l’anno; oltre 27 milioni vorrebbero che qualcuno glielo ricordasse; quasi 52 milioni (l’85% degli intervistati), infine, farebbero il test solo se sapessero che la loro vista potrebbe migliorare.

Una situazione, quella emersa, davvero allarmante. La Commissione Difesa Vista raccomanda di eseguire un test visivo ogni anno per valutare la salute dei propri occhi: sottoporsi annualmente ad un controllo è quindi una condizione fondamentale per determinare se si vede correttamente.

La vista rappresenta il 90% della nostra esperienza sensoriale, teniamola d’occhio!

Fabrizio Giona

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.