Sindrome premestruale: colpa di un'alterazione della melatonina

immagine

Mestruazioni e ormoni: un'alterata secrezione di melatonina potrebbe essere alla base della sindrome premestruale, quella serie di sintomi come depressione, malumore, ansia, nervosismo e insonnia che precedono le mestruazioni.

I ricercatori canadesi del Douglas Mental Health University Institute avrebbero trovato tra le cause di questo fenomeno un'alterazione nella secrezione dell'ormone melatonina, in grado di modificare i ritmi biologici dell'organismo, prendendo in esame i ritmi della melatonina nelle 24 ore in un gruppo di donne affette da PMDD (Disturbo Disforico Premestruale) e un gruppo di donne sane.

Dai risultati sono emerse grosse differenze: nelle donne con sindrome si riducevano significativamente i livelli di secrezione di melatonina durante le ore notturne, rispetto alle donne sane, e presentavano anche una ulteriore riduzione dei livelli di melatonina durante la fase luteale sintomatica rispetto alla fase follicolare asintomatica.

"È evidente che la comprensione dei meccanismi e la fisiopatologia specifica del PMDD può aiutare a migliorare i trattamenti, tra cui i due approcci farmacologici e non farmacologici, per questa malattia", conclude nel comunicato Douglas il dottor Ari Shechter, coautore dello studio.

LEGGI ANCHE: COME AFFRONTARE LA SINDROME PREMESTRUALE