Gravidanza: stop ibuprofene se non si vuole rischiare un aborto

Principio attivo di moltissimi analgesici, l’ibuprofene non è esattamente amico delle donne…

Secondo quanto riportato dal Canadian Medical Association Journal, infatti, prenderlo durante la gravidanza potrebbe raddoppiare il rischio di aborto.

Ora, posto che durante i nove mesi di attesa vige il divieto (più o meno assoluto) di ingerire qualsiasi tipo di farmaco, se proprio la gestante non ce la fa, una pillola a base di ibuprofene dovrebbe essere proprio l’ultima spiaggia e dovrebbe puntare, secondo gli esperti, sul paracetamolo (col quale pure non si scherza)

L’INDAGINE

Lo studio è stato fatto su un campione di 4.700 donne che avevano abortito e si è visto che una su 13 aveva preso un antinfiammatorio non-steroideo, come l’ibuprofene, mentre una su 38 aveva avuto una gravidanza normale. Il rischio più alto di aborti registrato si è verificato con il Diclofenac, un forte analgesico.

Germana Carillo

Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.