12 cose sul parto che mai nessuno ti dirà

cose che nessuno ti dice sul parto

Durante la gravidanza sei andata alla ricerca di ogni informazione possibile per arrivare più che preparata ad uno dei momenti più importanti per ogni donna.

Grazie al corso pre-parto sei certa di essere pronta ad ogni evenienza e nella tua mente hai formulato una scaletta che pensi di seguire alla perfezione quel giorno. Eppure forse c’è ancora qualcosa che nessuno ti ha detto e dovresti sapere…

1. Niente andrà come credevi

Ti eri immaginata il giorno del parto tale e quale a come avviene nei film, dove di solito tutto è perfetto e nella stanza d’ospedale della futura mamma la attendono rose e candele profumate. Tieni presente però che nella concitazione del momento ogni tuo piano andrà a rotoli e dovrai semplicemente affidarti a ciò che i medici decideranno!

2. La loro presenza ti infastidirà

Dopo aver pregato il futuro papà di entrare in sala parto e aver chiesto a tua madre di starti vicina, ti accorgerai che avresti fatto volentieri a meno della loro presenza. In particolare se tenteranno di confortarti con le solite frasi fatte mentre tu sei in attesa della contrazione successiva. Solo tu puoi renderti conto del dolore che stai provando…

3. Li avrai tutti attorno

Ad un certo punto potresti sentirti infastidita dalla presenza di una miriade di medici, ostetriche ed infermiere che ti si avvicineranno per monitorare la situazione e decidere il da farsi. Avranno bisogno di toccarti e di ispezionarti e la tua sensazione sarà quella di essere del tutto indifesa. Non ostacolarli mentre svolgono il loro lavoro e vedrai che tutto andrà per il meglio.

4. Sentiti sempre libera

Quando ti troverai in sala parto, sarai in una condizione del tutto particolare. Sentirai il bisogno di piangere e di urlare, sanguinerai e suderai come non ti è mai capitato nella vita. Non sentirti mai in imbarazzo per ciò che accadrà durante il travaglio. Ogni pudore è bandito. I medici e le ostetriche ci sono abituati. È il loro mestiere.

5. Il ginecologo arriverà all'ultimo momento

Hai scelto un ginecologo davvero competente, che ti ha seguita per tutta la gravidanza e che ti ha assicurato la sua presenza in sala parto. Ricorda però che, quando arriverai in ospedale, il tuo dottore potrebbe essere impegnato con un’altra paziente e raggiungere la sala parto dove ti trovi solo a travaglio quasi terminato. Affidati dunque alle bravissime infermiere che si occuperanno di te e ricordati di ringraziarle.

6. Rifletti sugli antidolorifici

In questo momento pensi di volere un parto completamente naturale poiché temi che qualsiasi intervento per alleviare il dolore non ti permetterà di vivere a pieno il momento. Tieni però presente che potrebbero esserci delle difficoltà durante il travaglio e che un antidolorifico potrebbe essere necessario. Quindi tieniti comunque aperta questa possibilità. Informati anche sull'aromaterapia, visto che pare sia molto utile per ridurre le sofferenze durante il travaglio.

7. Richiedi subito l’epidurale

Hai deciso di partorire con l’epidurale, benissimo. Allora ricordati di affidarti ad un ospedale in cui ci sia un anestesista sempre disponibile per tale evenienza, evitando così il rischio di spiacevoli attese. Per lo stesso motivo, ricorda ai medici della tua scelta non appena arrivi in ospedale.

8. Il parto è un’esperienza singolare

Non potrai mai sapere in anticipo come si svolgerà il tuo parto. Lo avrai di certo capito ascoltando i racconti delle tue amiche e di altre mamme. Ogni parto è un evento del tutto unico, un’esperienza che non si ripete mai identica. Avrai sentito narrare di travagli molto lunghi e dolorosi, pieni di imprevisti, ma non allarmarti. Potrebbe non essere il tuo caso!

9. I neonati non sono bambolotti

Il tuo bambino non appena sarà nato forse non sarà così bello come te lo aspettavi. Sulla sua pelle saranno ancora presenti i liquidi del parto, il suo visino sarà provato per la fatica appena compiuta e piangerà disperatamente. Ma nel giro di poche ore le infermiere si occuperanno di lui, lo laveranno e potrai abbracciare finalmente il tuo bambino, che sarà pulito, tranquillo e profumato come un angioletto.

10. È un momento magico

Quando il tuo compagno prenderà in braccio il vostro bambino, avrà in volto un’espressione di gioia che non si ripeterà mai più tale e quale. Sarà un momento davvero indimenticabile per voi due che in quel momento sarete diventati genitori e vi prenderete l’impegno di occuparvi insieme di vostro figlio per tutta la vita.

11. Una sensazione di onnipotenza

Sarà quella che proverai la prima volta che prenderai in braccio il tuo bambino, a cui hai appena fatto il dono più grande: la vita. Il tuo istinto ti farà subito comprendere che il tuo piccolo non può vivere senza la tua presenza e che sei la persona che lo aiuterà di più in tutte le decisioni che dovrà prendere durante la sua vita.

12. Dimenticherai il dolore

Di fronte alla gioia di vedere tuo figlio crescere sano e forte e di poter osservare con i tuoi occhi i numerosi progressi che farà, dalla prima parola ai primi passi, dimenticherai ogni dolore ed ogni difficoltà vissuta durante la gravidanza e al momento del parto. La felicità cancellerà ogni ricordo negativo e non potrai fare a meno di pensare che ne sia valsa la pena. Magari dopo non molto tempo deciderai addirittura di ripetere questa esperienza!

Marta Albè