Perdere peso? Ecco come fare con la dieta immaginaria

immagine

Con le feste in arrivo, il nostro pensiero va sicuramente alla linea.

Quei 2 chili persi con sacrificio negli ultimi mesi, tra rinunce ed estenuanti pomeriggi in palestra, torneranno come un boomerang nel corso del mese di dicembre, affezionati e poco contenti di averci lasciati.
Ma, secondo alcuni studiosi, per perdere peso non occorre necessariamente mettersi a dieta ma immaginare di farlo. Incredibile ma vero. Un gruppo di ricercatori della Carnegie Mellon University pare aver dimostrato che pensare intensamente al proprio cibo preferito aiuti a mangiare meno.
In teoria, dovremo prendere in giro il nostro cervello, creando una sorta di sovrapposizione fra immaginazione e realtà. Infatti, il gusto ricreato dalla nostra fantasia produrrebbe una forma di assuefazione che è del tutto concreta.
Per dimostrarlo, gli studiosi hanno condotto una serie di esperimenti su alcuni volontari. Ad alcuni è stato chiesto di immaginare di eseguire alcune azioni ripetitive, una alla volta: un gruppo doveva semplicemente inserire monete in una lavatrice a gettoni, un altro doveva soltanto immaginare di farlo e insieme doveva immaginare di mangiare 3 M&M's, mentre il terzo gruppo doveva sognare di inserire solo 3 monete e di ingurgitare ben 30 M&M's.
Ai tre gruppi, in un secondo momento, è stato posto davanti un bel contenitore pieno di caramelle colorate. Ebbene, coloro che avevano fantasticato di mangiare il maggior numero di M&M's, il terzo gruppo, ne hanno poi mangiate meno. La fantasia in sostanza li avrebbe saziati ed appagati. Tale effetto però si limita al consumo di cibo.

Carey Morewedge, che ha coordinato lo studio, ha spiegato che a poco serve la rinuncia: “Abbiamo dimostrato che sopprimere il pensiero di una cosa bramata non serve a niente. E ora speriamo di sviluppare strategie efficaci per allontanare la gente da cibi non salutari, sigarette e droghe”.

L´esperimento è stato pubblicato su Science.

Francesca Mancuso

Pin It