Pigrizia e DNA: sono 2 geni a decidere quanto sei attivo

dna pigrizia geni

"Quello è pigro di natura…". Mai frase fu più azzeccata.

Se vedete uno (usualmente) stravaccato sul divano senza la forza di alzare un pollice, non è colpa sua, poverino, ma dei geni che s'è ritrovato.

Già, perché stando ai dati dell'ultima ricerca della McMaster University di Hamilton, due geni utili alla produzione dell'enzima AMP chinasi (AMPK) controllano la quantità di energia a disposizione ed è a seconda della loro attività che si è più o meno pigri.

Due, infatti, i tipi di roditori presi in esame: alcuni avevano entrambi i geni funzionanti ed erano capaci di percorrere anche un chilometro in 20 minuti correndo su una ruota; in altri, invece, mancava l'attività di entrambi i geni tanto da riuscire a sostenere un'andatura veloce per un massimo di 40 minuti.

Conclusione degli studiosi canadesi: chi produce grandi quantità di AMPK ha più energie da utilizzare.

Ma niente scuse per i pigroni! I ricercatori precisano che la produzione di questo enzima può essere stimolata proprio dall'esercizio fisico. Per cui, mi sembra ovvio, andiamo a finire alla solita questione: dipende dalla propria volontà!

E allora, mettetevi in moto e tenete bene a mente tutti i benefici dell'attività fisica e tutti i motivi per cui (almeno) camminare fa bene!

La ricerca è stata pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences

Germana Carillo