Estate: come prevenire le macchie solari

prevenire macchie solari

Inevitabile, con l'estate, sognare di abbandonarsi al relax su una spiaggia assolata.

Mare, spiaggia e sole diventano le parole d’ordine dopo un inverno all'insegna del freddo, della pioggia e del duro lavoro. Ed eccoci tutti ad imitare le lucertole trascorrendo le ore del giorno sdraiati su un lettino o sul bagnasciuga.

Sole e mare, si sa sono un mix fantastico: basta pensare allo iodio, un alleato insostituibile dell’apparato respiratorio e ai raggi del sole che aiutano a fissare la vitamina D, indispensabile per l'assorbimento del calcio nelle ossa e, quindi, per rafforzare lo scheletro.

Attenzione, però a non esagerare: esposizione selvaggia e tintarella a tutti i costi sono insidiose nemiche della salute, le scottature sono sempre in agguato e i loro effetti negativi vanno da eritemi e ustioni al foto-invecchiamento e ispessimento dello stato corneo, dallo sviluppo di melanomi e altri tumori della pelle alla comparsa di antiestetiche macchie dovute ad un accumulo di melanina, difficili da eliminare.

I motivi per cui possono formarsi le macchie solari sono veramente tanti.

Una delle cause principali è la disomogenea produzione di melanina dovuta ad esposizioni molto intense e frazionate durante l’anno; un’altra causa molto comune è da imputare all’interazione tra i raggi solari e un alimento consumato o tra questi ed alcuni prodotti make up: tutti i trucchi che contengono profumo, infatti, possono teoricamente esporre al rischio di macchie. Inoltre, molti farmaci di uso comune come antibiotici, antinfiammatori e antistaminici possono avere un effetto fotosensibilizzante, per cui la loro assunzione, combinata con l’esposizione al sole, può portare la formazione di macchie sulla pelle.

Appare chiaro come, per prevenire le macchie solari, la fotoprotezione non sia assolutamente da trascurare, in modo particolare nei bambini e negli adolescenti.

Bisogna, però, proteggere la pelle dai raggi solari durante tutto l’anno: è molto importante applicare una crema o un fondotinta con un filtro solare per proteggere la pelle del viso ed è una buona abitudine applicare una crema con protezione solare anche su mani, braccia e gambe se queste sono scoperte. In estate queste precauzioni diventano indispensabili e, nel momento in cui ci si gode il meritato relax e ci si dedica alla tintarella, è necessario utilizzare sempre una crema solare con un adeguato fattore di protezione.

Proteggere la pelle dai raggi solari è molto importante, non solo per prevenire la comparsa delle macchie ma anche per scongiurare la comparsa di eritemi e per non accelerare il naturale processo di invecchiamento delle cellule. L’utilizzo di un adeguato filtro solare per i raggi UVA e UVB è fondamentale e la scelta deve basarsi sul fattore protettivo, che esprime la potenzialità filtrante della crema e quindi la sua capacità di difendere la pelle dai raggi UV a seconda del proprio fototipo.

Il fototipo viene definito dal colore della pelle, dei capelli, dalla predisposizione alla comparsa di eritemi e dall'attitudine all'abbronzatura. Particolarità, quindi, che sono di fatto geneticamente programmate.

Se la pelle è molto chiara, è importante scegliere una crema a protezione totale o, comunque, utilizzare un fattore di protezione superiore a 20; più il fototipo è alto - quindi la pelle è più scura - più l’epidermide è resistente ai raggi solari ed è possibile scegliere un fattore di protezione più basso.

Una raccomandazione importante è quella di ricordarsi di riapplicare la crema protettiva più volte al giorno, soprattutto dopo aver fatto il bagno e dopo essersi asciugati. Inoltre, è sempre meglio evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata.

Seguire questi piccoli accorgimenti ci permetterà di avere un’ abbronzatura più uniforme e, perché no, di apparire anche più belle!

L’importante, è tenere a mente il motto: prevenire è sempre meglio che curare!

Silvia Pluchinotta