Le 8 cose da sapere sulle rughe

rughe cosa sapere

Prevenire è meglio che curare, diceva una vecchia pubblicità. Ma per prevenire c’è bisogno, innanzitutto, di riconoscere i segnali, di percepire in tempo i cambiamenti e soprattutto di avere conoscenza completa della materia.

Perciò oggi, signore e signori, parliamo di rughe. Di come si formano, e perché, quelle benedette striature che ieri non c’erano, sul vostro visino e oggi ci sono. E soprattutto parliamo di cosa possiamo fare per posticiparle il più possibile.

Siamo bombardati da ogni tipo di informazione sulle rughe: supermercati pieni di creme e lozioni quasi magiche, nuove sofisticate tecniche di chirurgia estetica, interi programmi televisivi sul ringiovanimento delle star. Ma c’è sempre qualcosa che non sapevamo o che qualcuno, per invidia o per interesse, chissà, non ci aveva detto. Ecco qualche esempio per voi.

  1. I raggi UVA colpiscono quando meno te l’aspetti, anche in macchina. Se viaggiate tanto in auto e sotto il sole, non pensate di essere protetti dai temutissimi raggi ultravioletti, responsabili della maggior parte delle rughe. I vetri dell’auto, infatti, non solo non ci proteggono ma addirittura ci tradiscono, amplificando i raggi solari. La cosa migliore, allora, è utilizzare i vetri oscurati o comunque applicare sul viso una protezione alta prima di uscire.
  2. L’albero genealogico può darvi delle certezze temporali. La comparsa e la diffusione delle rughe risentono fortemente di una componente genetica: perciò date un’occhiatina ai vostri genitori o ai vostri nonni, e avrete un’idea più o meno precisa di come sarete, e di quando inizierà il cambiamento.
  3. Se siete abituati a dormire sempre sullo stesso fianco… lo danneggiate. La pelle, dagli “anta” in poi, non è più elastica come una volta, si sa. E schiacciarla, notte dopo notte dopo notte, sulle pieghe del cuscino, non fa che peggiorare la situazione: perché la pelle tende molto più lentamente a tornare nella sua posizione d’origine. L’ideale sarebbe dormire a pancia in su (se russate, però, sappiate che rischierete il divorzio!).
  4. Le rughette sulla fronte parlano della salute dei vostri occhi. Quelle linee tra un sopracciglio e l’altro possono non essere un semplice effetto dei raggi UV o dell’età che avanza: forse si formano perché, non vedendo bene, corrucciate la fronte troppo spesso, stringendo gli occhi. Una visitina dall'oculista non sarebbe male!
  5. L’alimentazione è sempre fondamentale. Non c’è da ripeterlo: frutta e verdura fanno bene, anche alle rughe. Mangiatene molta, privilegiando frutti rossi, peperoni e spinaci. Se la pelle sta bene, le rughe si noteranno molto meno. (Qui trovate tutti i colori da mettere a tavola!)
  6. E dopo mangiato, non dimenticatevi di bere! L’acqua aiuta moltissimo a tenere la pelle morbida e idratata, perché, più secca è, più le rughe si vedranno. Senza contare il fatto che, bevendo, si espellono molte tossine dannose per la pelle.
  7. Più usate il viso, più si consuma. Chi è molto espressivo, e ride o sorride spesso, o perché no, fa spesso il musone, avrà più rughe, e queste ultime si formeranno proprio nella parte del viso che si muove di più. Allenatevi a fare le facce allo specchio per scegliere come posizionare le vostre rughe!
  8. Bisogna stimolare la produzione di collagene. Il collagene mantiene la pelle elastica, e si forma quando stimoliamo il ricambio delle cellule. Si può ricorrere alle lozioni a base di vitamina C o di retinoidi, oppure a delle sedute radioterapiche specifiche.

Marina Piconese