Hunziker e Nina Zilli vs Belen, se la farfalla non è necessaria

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non ci sta la cantante Nina Zilli: per lei Belen è il classico esempio della donna oggetto e in un’intervista a Chi precisa che “la vita vera è fatta di madri che fanno la spesa, cucinano, studiano, lavorano. Credo che siano state loro ad arrabbiarsi per quel gesto“.

Insomma, lo spacco e il tatuaggio della showgirl argentina continuano a far scalpore e se ieri sono stati Bersani e Fornero a dir la loro, oggi anche due donne del mondo dello spettacolo criticano il modo di fare della Rodriguez.

Quando si parla della mercificazione del corpo della donna, credo che lei in quel momento abbia rappresentato quello, la donna come un oggetto. Ed è agghiacciante che l’abbia fatto consapevolmente“, la Zilli non usa mezzi termini.

Più cauta è la Hunziker secondo cui Belen “è una ragazza che ha tantissimo talento, è bellissima e quello che tutte noi donne le vorremmo dire è che non ne ha proprio bisogno perché sa ballare, sa cantare. È bella, è simpatica e con una cosa del genere non si fa un buon servizio lei“.

Tutto sommato, amiche, quello che c’è di vero è che il siparietto dell’argentina ha infastidito molti. Farlo apposta, farlo in maniera così eccessiva, non è forse troppo?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.