Vasco denigrato: Nonciclopedia costretta a chiudere

Fonte foto: Rockol.itLa pagina Facebook di Vasco Rossi aveva rischiato la chiusura a causa di alcune dichiarazioni della rockstar a favore della droga, pronunciate con troppa leggerezza.

 

Mentre il profilo del cantante sul celebre Social Network è al momento molto attivo e sempre popolato dai fan con i loro commenti, un altro visitatissimo sito è stato costretto a chiudere, proprio a causa di un intervento di Vasco.

 

Si tratta di Nonciclopedia, la parodia grottesca di Wikipedia, l'enciclopedia libera del Web. La rockstar si è scagliata utilizzando vie legali contro la pagina a lui dedicata da Nonciclopedia a causa delle informazioni diffamatorie in essa riportate.

 

Tutto è iniziato nel febbraio 2010, con un richiamo al sito web in questione da parte dell'avvocato ingaggiato dal cantante e con una richiesta ufficiale di cancellazione della pagina incriminata.

 

Un anno e mezzo dopo si è giunti ad una vera e propria chiusura di Nonciclopedia a tempo indeterminato. "Nonciclopedia chiude i battenti a tempo indeterminato per colpa di quelle persone che si prendono troppo sul serio", è ciò che si legge su quella che fino a poco fa era l'Home Page del sito.

 

Gli amministratori di Nonciclopedia ringraziano tutti coloro che li hanno seguiti nel tempo, ma non demordono e riportano in Home Page una cronistoria dell'accaduto tramite parole che, ancora una volta, non mancano di ironizzare sulla rockstar.

 

Noi di WellMe siamo davvero curiosi di conoscere il parere dei fan di Vasco sulla vicenda.

Marta Albè