Fabrizio Corona picchiato, ecco cos’è successo

fabrizio corona picchiato

Ore di panico per Fabrizio Corona: l’ex re dei paparazzi, mentre si trovava a Milano, nella zona periferica di Rogoredo, è stato aggredito da alcuni spacciatori che hanno mal digerito la sua presenza nella zona.

Malmenato da venti uomini!

Panico e paura per Fabrizio Corona, che a quanto pare non sa proprio starsene lontano dai guai. Stavolta, tuttavia, Fabrizio non se l’è andata a cercare, in quanto era impegnato in un servizio giornalistico sullo spaccio. Corona, infatti, si trovava in zona Rogoredo, alla periferia di Milano, per realizzare un servizio per “Non è l’Arena”, la trasmissione di Massimo Giletti, in onda ogni domenica sera su La7.

Una ventina di spacciatori si sono avvicinati a Fabrizio e l’hanno aggredito e malmenato. A dare la notizia è lo stesso Corona che, su Instagram, mostra un’immagine in barella, all’interno di un’ambulanza, con il volto tumefatto. Queste le sue parole: “Stasera mi sono recato al Bosco di Rogoredo, patria nazionale dello spaccio italiano, dove anche la polizia si rifiuta di entrare. Io mi sono recato lì solo con un operatore e un fonico per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia e la povera gente che vede uno stato inerme e una polizia disinteressata. Tutto questo solo per raccontare in maniera oggettiva, come ho sempre fatto, la realtà”.

fabrizio corona ambulanza

Ora sta meglio!

Fabrizio, si sa, non perde tempo per trasformare la propria vita in un vero e proprio show, tant’è che – nonostante la paura del momento – ha iniziato a fare decine di Instagram stories per raccontare quanto avvenuto. Proprio su Instagram, infatti, ha raccontato: “Il vero mondo della tossicodipendenza è quello che non è mai stato raccontato, dove ragazzini di 13,14 anni rovinano la propria vita. Io sto provando a non ricadere negli errori che ho fatto, è un impegno".

Insomma, Corona fa parlare ancora di sé, stavolta non per un nuovo amore, ma per un momento di vero panico, a cui, siamo certi, seguiranno interviste tv e stampa. Perché, si sa, ciò che non uccide, fortifica… non è forse così?

Vedremo Fabrizio a Verissimo il prossimo sabato? Noi crediamo proprio di sì…

Basilio Petruzza