Le Kessler stringono un patto per l'eutanasia

Fonte Foto: BdbPhotos.com

Le gemelle Kessler hanno rivelato nel corso di una recente intervista il loro patto personale relativo al momento in cui una delle due sorelle si dovesse trovare in fin di vita. Nel caso di insorgenza di uno stato vegetativo, l'una aiuterebbe l'altra ad andarsene, praticando l'eutanasia.

La notizia riguarda un tema estremamente delicato, di cui nel nostro Paese appare ancora complicato discutere. Il solo termine eutanasia è fonte di timore e di shock. Pensare che una delle due famose sorelle possa aiutare a morire l'altra può apparire davvero difficile da accettare.

Pare però che entrambe siano serene e che abbiano le idee chiare sull'argomento, avendo rivelato che a loro parere la vita, quando ci si trova su di un letto d'ospedale in uno stato di coma irreversibile, è ormai finita, poiché, a loro parere, la vera esistenza non è di certo quella in cui ci si trova a sopravvivere nella totale incoscienza.

Praticare l'eutanasia, per le Kessler, significherebbe dunque aiutare la propria sorella ad abbandonare questo mondo con dignità, come nella migliore uscita di scena possibile, alla conclusione di un lungo, appassionato ed intricato spettacolo.

Entrambe non sembrano per nulla spaventate dalla prospettiva di darsi l'un 'altra la "buona morte", nel caso per una delle gemelle si dovessero verificare le condizioni sopracitate. Ci rincuora sapere che al momento le due attrici e ballerine 75enni sono entrambe in splendida forma e si preparano a calcare presto il palcoscenico con il nuovo musical "Dr. Jekyll e Mr. Hyde".

Marta Albè