Madonna vs Berlusconi. Le reazioni del Pdl

Madonna

Che la fama del nostro Bel Paese sia stata oltraggiata dal Bunga Bunga ormai è chiaro. Non solo la Comunità Europea si esprime a sfavore dell'Italia ed i grandi del pianeta sembrano sempre meno lieti di avere a che fare con noi, anche le star iniziano prendere la parola in proposito.

 

 

Dal palco della Mostra del Cinema di Venezia sono giunte le parole del vincitore della manifestazione, Alexander Sokurov, che ha esortato i politici a prendersi maggiormente cura dei beni artistici e culturali nostrani.

 

Ma dal Festival si è levata anche una voce piuttosto inattesa, quella di Madonna, le cui parole hanno provocato l'immediata reazione dei vertici del Pdl. La regina del pop avrebbe infatti dichiarato che Silvio Berlusconi non sarebbe adatto a governare il nostro Paese.

 

Sulle sue affermazioni è immediatamente intervenuta la censura. La prima a pronunciarsi in difesa del Capo del Governo è stata Daniela Santanché, la quale si è dichiarata dispiaciuta che una star di origine italiana abbia pronunciato parole così negative sul proprio Paese di provenienza.

 

Più duro il commento dell' Ex-Ministro Giovanardi, che alle parole di Madonna non attribuirebbe alcun peso poiché le dichiarazioni di una star che appoggia i matrimoni omosessuali sarebbero prive di qualsiasi importanza e valore.

 

Non ha potuto esimersi dal dire la propria anche Gabriella Carlucci, secondo la quale Madonna sarebbe affiancata da un addetto stampa comunista, che le avrebbe consigliato di pronunciarsi in proposito, affinché la notizia finisse immediatamente sulle testate d'Opposizione.

 

Rispetto alla gravità delle parole pronunciate da Madonna, gli interventi dei membri dell'entourage del Premier suonano piuttosto ridicoli. Il Capo del Governo non si è nemmeno scomodato nel rispondere alle illazioni della star. Probabilmente le ritiene così insignificanti da poterle annoverare nella sua collezione personale di aneddoti e barzellette.

 

Marta Albè