Festival Veg di Gorizia: tre giorni di eventi in stile veg

immagine

Un week end all'insegna del veg. Parte oggi e si concluderà domenica 2 settembre il Festival Vegetariano di Gorizia, tre giorni di full immersion per comprendere meglio la cucina e la filosofia vegetariana.

"Dagli abissi alle stelle" è il tema di questa terza edizione, scelto con l'obiettivo di riflettere in maniera collettiva sull'impatto che i nostri stili di vita hanno sull'ambiente e per cercare ovviamente delle vie alternative fondate sul rispetto degli ecosistemi.

Numerosi gli appuntamenti in programma e le novità di quest'anno: ben venti eventi culturali, dodici esposizioni cinematografiche, la mostra fotografica di Sea Shepherd, il ricettario esclusivo e l'imperdibile VEG-BAG, per portare a casa tutti i sapori del Festival. Non mancheranno poi deliziose degustazioni ad opera dei migliori chef dello stivale e incontri con esperti e personaggi illustri.

Tra questi, Margherita Hack, il professor Gianni Tamino dell'Università di Padova ed ex europarlamentare, la biologa Maddalena Jahoda, l'economista Andrea Segré e il conduttore radiofonico Massimo Cirri.

Ed ancora momenti di svago targato veg anche per i più piccini: non solo l'Happy Veg Meal (il classico pranzo da fast-food ma vegetariano), ma anche intrattenimenti, spettacoli di strada e di giocoleria e i cosiddetti Workshop Kids, ovvero dei laboratori interattivi per far comprendere loro cosa sia la sostenibilità ambientale, imparando le tecniche del riciclo e del riuso dei materiali.

Come spiega il direttore del Festival Massimo Santinelli, "L'intento fondamentale è riuscire a creare un grande evento che si distingua per impatto culturale e per capacità di sensibilizzare il grande pubblico. E per far ciò dobbiamo pensare alla Signora Maria, perché è lei il nostro target esatto, o per lo meno quello a cui ambisce il Festival. Al di là del segmento vegetariano e vegano – precisa Santinelli – è proprio alle persone comuni che la manifestazione si rivolge, a coloro che, per i più svariati motivi, non hanno avuto la possibilità di soffermarsi ed effettuare quel cambio di prospettiva, quella piccola modifica dell'azione quotidiana che porterebbe così grandi risultati, sia per il benessere, sia per la salute che per la tutela della realtà naturale circostante".

L'appuntamento è a Gorizia in piazza Vittoria, via Rastello, Via Roma e Via Oberdan a partire dalle ore 10. Per maggiori informazioni visita il sito www.festivalvegetariano.it

Fabrizio Giona