The Dark Knight Rises: è record negli Usa

the dark knight rises

The Dark Knight Rises, Usa. Sebbene l'anteprima cinematografica statunitense dell'ultimo capitolo dedicato alla saga di uno dei supereroi più amati di tutti i tempi si sia aperta in tragedia, il drammatico accaduto non ha impedito alla pellicola di stabilire un nuovo record di incassi, che ne risolleva le sorti dopo un esordio tristemente inaspettato. Il film avrebbe ottenuto il maggior incasso d'esordio di tutti i tempi per un film in 2D.

I dati relativamente al nuovo record raggiunto sarebbero stati pubblicati con un certo ritardo in segno di rispetto per le 12 vittime della sparatoria avvenuta ad Aurora, in Colorado, in occasione di una delle premiere statunitensi del film. Nel primo fine settimana di proiezioni il film avrebbe ottenuto un incasso pari ad oltre 160 milioni di dollari, che ha permesso di dichiarare la pellicola come la protagonista del miglior esordio in 2D di tutta la storia del cinema.

Purtroppo, probabilmente proprio a causa della sparatoria, la cifra esorbitante incassata nel corso del primo weekend di proiezione da parte dell'ultima pellicola firmata dal regista Cristopher Nolan non è riuscita ad ottenere una somma tale da superare gli esordi di due recenti opere cinematografiche che hanno a dir poco sbancato i botteghini statunitensi, uscendo però anche in 3D. Si tratta di "Harry Potter e i doni della morte – Parte 2" e di "The Avengers".

Secondo gli esperti però "The Dark Knight Rises" avrebbe tutte le carte in regola per raggiungere incassi superiori ai 200 milioni di dollari, nonostante i tragici fatti di sangue che hanno segnato la sua anteprima. Per ragioni di sicurezza pare che negli Stati Uniti sia stato vietato agli spettatori della pellicola di compiere il proprio ingresso nelle sale cinematografiche indossando delle maschere.

Marta Albè

Fonte foto: Pajiba.com