Arance della Salute: sabato 29 nelle piazze italiane torna l'appuntamento con l'Airc

immagine

Torna l'appuntamento con Le arance della salute, l'evento organizzato dall'Airc, l'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Come ogni anno, il prossimo sabato 29 gennaio in alcune piazze italiane, sarà possibile acquistare una reticella contenente3 kg di arance rosse di Sicilia non trattate, sostenendo al tempo stesso la ricerca.

In azione da Nord a Sud ci saranno 20 mila volontari Airc, che distribuiranno al costo di 9 euro 400 mila reticelle di arance, offerte dalla Regione Sicilia. L'obiettivo della giornata sarà quello di raccogliere quasi 4 milioni di euro per aiutare la ricerca e rendere il cancro sempre meno pericoloso e mortale.

Anche gli studenti di alcune scuole, dai 6 ai 13 anni, insieme agli insegnanti e ai genitori, parteciperanno all'iniziativa, distribuendo già venerdì le arance della salute. Quest'anno, la manifestazione, oltre alla raccolta di fondi, ha messo l'accento sull'importanza di una corretta alimentazione nella prevenzione dei tumori. Così, insieme ad ogni reticella di arance verrà distribuita anche la guida “Piccoli buongustai in salute”. A seguito di varie ricerche, è stato scoperto infatti che una dieta corretta può contribuire a prevenire l'insorgenza del cancro, anche nei soggetti più a rischio.

Per questo è stata scelta l'arancia che, grazie agli antiossidanti, alla vitamina C e alle sue proprietà antinfiammatorie, è un vero toccasana per la nostra salute. In particolare, la regina indiscussa è l'arancia rossa di Sicilia, poiché contiene circa il 40 % in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi. Ma non è tutto. A renderla ancora più preziosa sono le antocianine, pigmenti naturali dagli straordinari poteri antiossidanti, le vitamine A, B e PP e il flavonone, l'elemento maggiormente protettivo soprattutto nei confronti del tumore allo stomaco.

Per cercare la piazza più vicina, dove acquistare le arance, è possibile visitare il sito www.arancedellasalute.it oppure chiamare il numero verde 840 001 001.

Francesca Mancuso